Amianto a Dubai

Amianto a DubaiIl Mesothelioma maligno (o più semplicemente mesothelioma) è una forma di cancro del rivestimento pleurico e peritoneale, di solito è causata – insieme ad altre gravi malattie – dall’esposizione all’amianto ed in particolare dall’inalazione di fibre di amianto: quasi tutti i casi noti di mesothelioma sono stati causati da esposizione all’amianto o comunque riconducibili ad un’esposizione anche indiretta all’amianto. A differenza del cancro ai polmoni, non sembra esserci alcun collegamento tra il mesothelioma e il fumo, sebbene il fumo aumenti notevolmente il rischio di contrarre altri tumori da asbesto.

Il mesothelioma ha un lungo periodo di latenza (fra venti e cinquanta anni; e, talvolta, fino a 60 anni). Molte persone che non sono state in contatto con l’amianto per decenni mostrano poi sintomi di questa malattia. La maggior parte delle persone in cui si manifesta il mesothelioma hanno lavorato in posti di lavoro in cui sono stati esposti alla polvere di amianto e fibre in vario modo. L’esposizione alle particelle di amianto può causare il mesothelioma anche se il livello di esposizione è estremamente basso: si suppone che anche solo maneggiare o lavare gli indumenti di un membro della famiglia che lavora a contatto con l’amianto aumenta il rischio di sviluppare il mesothelioma. Purtroppo, essendo l’esposizione all’amianto così diffusa, è impossibile calcolare il danno che anche una piccola quantità può causare.

Inoltre anche la rimozione dell’amianto deve essere molto accurata, proprio perchè tecniche non adatte, causano la rottura del materiale – che è altamente friabile – con la conseguente diffusione del materiale.

Anche se Dubai e gli Emirati Arabi Uniti hanno approvato una legge nel 2006 che vieta la vendita di lastre di amianto, si stima che tra il 70 e l’80 per cento delle case a Dubai contengano amianto (fonte: Khaleej Times). Il materiale si trova più comunemente nelle lastre utilizzate per la costruzione, grazie alle proprietà isolanti dell’amianto. Ma è stato identificato amianto anche nelle tubature d’acqua, nelle mattonelle e nella carta da parati.

L’amianto sembra essere ancora disponibile sul mercato nero a Dubai, nonostante il divieto del governo sulla sostanza.

Uno dei maggiori contributori alla diffusione del mesothelioma èla negligenza dei produttori di amianto. Nel corso degli anni, i produttori hanno continuato ad usare l’amianto, pur essendo a conoscenza degli effetti nocivi. Materiali che contengono anche solo l’1% di amianto sono considerati come contenenti amianto (RACM).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *