La tua sede a Dubai e negli Emirati
Perchè aprire un’attività a Dubai?

I paesi del Golfo Persico, in particolare Dubai e gli Emirati Arabi, il Qatar e l’Arabia Saudita, rappresentano una delle aree geografiche attualmente a più alto sviluppo e con maggiore concentrazione di ricchezza. Gli Emirati Arabi Uniti detengono il 10% delle riserve mondiali petrolifere ed il 4% di quelle di gas naturale; oltre ad essere residenza del 12% dei miliardari di tutto il mondo.

La presenza imprenditoriale italiana a Dubai e negli Emirati Arabi Uniti è altamente qualificata; in base a recenti statistiche, più di 300.000 imprese straniere hanno stabilito la propria sede operativa o avviato un’attività negli Emirati Arabi Uniti, di cui circa ottanta società italiane, operanti direttamente, tramite agenti o con partnership con distributori locali.

Le aziende che nel passato avevano creduto nel potenziale di questo Paese ed iniziato a aprire uffici commerciali e presidiare il territorio, ne stanno traendo vantaggio, ma ci sono ancora notevoli opportunità per chi ha un buon prodotto o una buona idea, in particolar modo per chi vuole portare il Made in Italy. Dubai, la principale città degli Emirati Arabi, offre un contesto ricco d’opportunità, che le imprese non devono perdere, pur nella consapevolezza dello sforzo organizzativo richiesto.
Regno dell’investimento immobiliare e meta turistica internazionale, Dubai registra una crescita pari all’8% annuo.

Dubai e gli Emirati Arabi Uniti – favoriti dalla posizione geografica – sono da sempre hub commerciale, punto di connessione tra Europa, Estremo Oriente e Africa (prevalentemente Nord-Orientale). Emirati Arabi Uniti sono una società multietnica, multiculturale e multireligiosa, dove la sicurezza regna sovrana, ed è tangibile la pacifica coesistenza tra Oriente e Occidente. Da quando sono nati 40 anni fa Dubai e gli Emirati Arabi, lo sforzo di sviluppare le attività commerciali in zona, è stato portato avanti con successo: un miglioramento costante e spettacolare, con performance finanziarie di primario livello, nonostante le diverse crisi regionali e mondiali ed i conflitti che hanno imperversato anche qui.

La crisi finanziaria ha manifestato alcuni effetti anche in Medio Oriente, sebbene tali effetti siano stati molto amplificati e strumentalizzati dai media. I paesi petroliferi (inclusi gli Emirati) sono infatti avvantaggiati rispetto agli altri, grazie agli enormi introiti derivanti dal petrolio che sono stati accumulati negli ultimi anni.

I punti di forza della nostra organizzazione si devono alla profonda e storica conoscenza di Dubai e degli Emirati, siamo sul territorio dal 2004, all’esperienza e alle competenze commerciali e di marketing del nostro staff e alla rete di contatti messa al servizio dei singoli clienti, e delle loro specifiche esigenze.

La nostra organizzazione è attualmente impegnata nella consulenza di aziende e liberi professionisti orientati ad espandersi commercialmente e/o aprire filiali o nuovi uffici all’estero, in particolare a Dubai, negli Emirati Arabi e in Qatar: la nostra organizzazione è in grado di assistervi dalla prenotazione del biglietto aereo all’individuazione dell’ufficio, alla preparazione della documentazione necessaria per avere la licenza, alla creazione di una rete vendita locale o in genere allo sviluppo commerciale.

La nostra struttura è a disposizione sia per un’analisi di fattibilità dettagliata, sia per accompagnare gli imprenditori per un opportunity trip a Dubai per un primo sopralluogo operativo. Ciò che consigliamo, infatti, soprattutto quando non si ha conoscenza del territorio è di fare un sopralluogo sul posto di 3/5 giorni in modo tale da verificare in loco già eventuali possibilità.

La tua sede a Dubai e negli Emirati Arabi a partire da 15,000 dirham

Per aprire un’attività i tempi sono abbastanza rapidi; i tempi relativi strettamente alle licenze possono essere indicativamente di poche settimane se non di meno (mediamente 10 giorni lavorativi): non è come in Italia.

Procedura per Apertura Societa Free Zone a Dubai e negli Emirati Arabi UnitiPer aprire un’attività in una Free Zone, i costi partono da poche migliaia di euro; in tal caso però è possibile commerciare solo all’esterno degli Emirati, oppure per commerciare con gli emirati è necessario avere un agente registrato (che è diverso dallo sponsor). In alcune Free Zone c’è addirittura la possibilità di partire senza dover avere necessariamente un ufficio fisico: si può avere la possibilità di avere un ufficio virtuale.

Per aprire “in-land” (cioè fuori dalla Free Zone), invece, è necessario avere uno “sponsor” (una sorta di garante obbligatorio per aprire fuori dalle free zone, che sulla carta avrà il 51% dell’attività e che per tale motivo va scelto con accuratezza), ma questo ci consente di vendere liberamente a Dubai e negli altri Emirati.

Dubai ha un regime di esenzione fiscale del 100%  

Richiedi maggiori informazioni:

Cognome e Nome (campo obbligatorio)
Azienda
Telefono
Sito web
La tua email (campo obbligatorio)
Oggetto
Come possiamo aiutarla?


captcha Per motivi di sicurezza inserisci il codice riportato a lato:
Rispettiamo la tua privacy. Accetta i termini per inviare:

Cosa possiamo fare noi per te?

Procedere ad uno studio di fattibilità, al termine del quale ti indicheremo: la soluzione più economica, l’elenco dei documenti da produrre, le cifre precise e le procedure e fornirvi assistenza anche nell’apertura della società, in modo da essere certi della finalizzazione, ed esplorare insieme le possibilità commerciali.