Bastakiya: l’altra Dubai

Bastakiya: l’altra DubaiPensando a Dubai subito vengono in mente i suoi edifici più arditi ed i progetti urbani più avveniristici, ma, all’ombra dei suoi grattacieli vi è un quartiere che conserva il suo animo di antico villaggio.

Qui niente grattacieli, ma case basse, vicoli stretti e polverosi, mura di un intenso color ocra che riflettono i raggi del sole e aria che ha il sapore della sabbia. È qui che sopravvivono le vecchie case con le Barjeel, le torri del vento, di tradizione persiana. Un sistema ingegnoso per catturare il vento e portarlo nelle abitazione, dando vita ad una sorta di aria condizionata ante litteram.
Stiamo parlando di Bastakiya, nella parte orientale di Bur Dubai, un quartiere tra i più affascinanti della Old Dubai.
Il nome del quartiere viene dalla città iraniana di Bastak, luogo di provenienza dei tanti mercanti di tessuti e di perle che agli inizi dell’800 giunsero qui.

Anticamente era un piccolo agglomerato di 60 case, abitato prevalentemente da iraniani e visitarla è effettivamente come fare un viaggio nel tempo: passeggiando per queste viuzze ci si dimentica della Dubai ultramoderna, delle architetture che sfidano le altezze, ci si stupisce un po’ che tutto qui sia rimasto pressoché inalterato.

E il Silenzio.

Il silenzio e la tranquillità qui sono le sensazioni che ti attraversano davvero.

E pensare che il destino di Bastakiya era la demolizione, per far posto ad un nuovo e moderno complesso residenziale.
Una parte è finita sotto le ruspe, ma il resto del quartiere è stato risparmiato, anche grazie all’intervento degli inglesi, primo fra tutti il Principe Carlo.
Oggi, l’edificio più antico della città è quello che ospita il Museo di Dubai, datato 1780. Bastakiya è altresì conosciuta per la fervente Arte Contemporanea.

Due tra le gallerie più importanti si incontrano lungo il percorso: la XVA Gallery e Majilis Gallery, anch’esse dalla personalità molto “pittoresca” (perdonate l’ossimoro!), non tanto per i nomi altisonanti o per gli artisti eccentrici che ospitano, ma per l’assetto intimo e familiare che hanno saputo dare alla loro struttura. Sono infatti due graziosi cortili in stile bohemiènne, che si presentano alla vista del passeggiatore accaldato come piccole oasi dove trovare ristoro, circondato da colore, odore tipico delle belle arti ed opere d’autore.
Bastakiya: l’altra Dubai

Bastakiya: l’altra Dubai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *