Blog nel mondo arabo

Scrivere significa comunicare e comunicare significa essere liberi. I blog hanno radicalmente cambiato il modo di fare informazione in tutto il mondo.

In alcuni paesi dove i regimi oppressivi e autoritari controllano i media di stampa e audio-televisivi, i blog e altre forme di nuovi media forniscono una nuova agorà pubblica in cui le persone possono ottenere informazioni e possono scambiare la propria opinione personale su diversi argomenti.

Gli impatti dei blog e dei social media in generale sono ampiamente dibattuti. Da un punto di vista positivo, sono spesso dotati di potenziale democratico e descritti come strumenti importanti per sostenere democrazia e libertà

L’uso attivo di Internet può offrire una partecipazione democratica più intensa e sostenere una forma diretta di democrazia.

Internet offre ai suoi utenti l’accesso a molte fonti di notizie a cui sono interessati e in questo senso può essere visto come un mezzo democratico. Certo occorre fare molta attenzione e saper filtrare perché questo tipo di mondo può trasformarsi in un vaso di pandora e offrire numerose informazioni false e tendenti ad influenzare e sovreccittare le masse.

Il primo paese nel mondo arabo con accesso ad Internet fu la Tunisia nel 1992. Tutti gli altri paesi arabi via via hanno seguito l’esempio fino al 2000. 

L’introduzione del Web 2.0 ha reso possibile la rivoluzione del blogging . 

Inizialmente alcuni blogger nel mondo arabo scrissero prevalentemente in inglese, poi iniziò piano piano la blogosfera araba. In breve tempo molte persone hanno aperto blog ed usufruito dei vantaggi della voce diretta.

Il blogging consente alle persone di diffondere le loro opinioni più rapidamente di quanto i governi possano controllare o censurare. 

In tal modo i cittadini possono ottenere informazioni che di solito non sono discusse in pubblico e scambiare le loro opinioni su diversi temi. 

Come nelle altre parti del mondo, i blogger arabi non sono necessariamente giornalisti. Ogni cittadino con accesso ad Internet ha la possibilità di produrre articoli di un blog.

Le rivolte arabe del 2011 hanno dimostrato che i blogger possono agire come agenti di cambiamento. Infatti sono stati efficaci nel fornire informazioni, mobilitare i cittadini e diffondere materiale audiovisivo. blog mondo arabo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *