Camel Beauty Contest di Abu Dhabi: concorso di bellezza per cammelli, un’affascinante tradizione beduina

Camel Beauty Contest di Abu Dhabi: concorso di bellezza per cammelli, un'affascinante tradizione beduinaPrima della scoperta dell’olio, le popolazioni locali dipendevano dai cammelli per il latte, la carne, i trasporti di persone e merci; non c’era niente senza cammelli, spesso usati anche come valuta.

Il Camel Beauty Contest, parte dell’Al Dhafra Festival, si tiene ogni anno negli Emirati Arabi Uniti, a circa due ore a ovest da Abu Dhabi, in pieno deserto. Il Camel Beauty Contest è un omaggio all’animale che ha contribuito allo sviluppo economico della regione prima della scoperta del petroliol; ma l’Al Dafra Festival non è solo un’esibizione di cammelli.

C’è un souk tradizionale, con prodotti artigianali e i datteri più freschi che possiate mai trovare, un concorso di  cucina per prodotti di cammello, corse di cammelli, poesie e un concorso di mungitura di cammella. Il festival è sostenuto dall’Abu Dhabi Authority for Culture and Heritage, che mira a preservare gli aspetti della cultura tradizionale emiratina.

Questo festical rappresenta la rara opportunità di osservare e partecipare alla vita beduina e di godere della leggendaria ospitalità araba opera nel pieno vigore. Guardando fuori attraverso il deserto dalla tribuna, le dune sembrano essere costellate di mini-circhi. Chiunque è il benvenuto in qualsiasi momento, sia per ballare ad una festa post-vittoria (danze tradizionali per soli uomini), o semplicemente per sedersi intorno al fuoco sorseggiando tè o caffè arabo. Le donne delle famiglie locali rimangono in aree separate e non possono essere incrociate in nessun posto; le donne occidentali possono invece prendere parte alla manifestazione liberamente.

Due settimane di spettacolo e stravaganza, con aste e commercio di cammelli e milioni di dollari e centinaia di veicoli in palio: il Camel Beauty Contest offre uno scorcio affascinante della vita beduina.

La competizione offre molte categorie tra cui “padre e figlia”, “migliore razza” e migliori “50” (il primo premio assegnato per avere il più bel gruppo di 50 cammelli); ogni categoria si divide per due tipi di cammelli:

  • Asayal, la razza chiara che proviene da Oman ed Emirati
  • Majaheem, più scura, quasi nera, proveniente dall’Arabia Saudita.

 

Le valutazioni sono fatte da una giuria di sette giudici, che scrutano ogni cammello prima di ritirarsi al Majlis (spazio di seduta) per conferire.

Le vicissitudini che accadono dietro le quinte aggiungono suspense al concorso. Per vincere la categoria dei “50”, i concorrenti procedono ad acquistare cammelli per migliorare il loro gruppo, fino al momento in cui i cammelli entrano nell’arena. Ma ci vuole un’occhio esperto per fiutare le offerte.

Il vincitore del “50” nella categoria Majaheem (cammello scuro) della scorsa edizione, al-Falahi ha speso decine di milioni di dollari per comprare nuovi cammelli nel corso del festival 2012.

Le sfilate, le feste, la musica, la danza e il cibo che seguono una vittoria rendono l’evento incredibile. Dopo la proclamazione del vincitore dei “50” nel 2012, un corteo gioioso e un pò spericolato di circa 100 SUV sfila tra le dune facendo impennate e drift, accompagnando 100 cammelli che proseguono in un modo molto più dignitoso lungo la strada, guidato da un composto al-Falahi. Se l’alcool fosse un fattore, sarebbe stata una marcia della morte, ma dal momento che la forte bevanda preferita è il latte di cammello caldo, l’unico danno è stato un paio di veicoli bloccati nella sabbia.

Camel Beauty Contest di Abu Dhabi: concorso di bellezza per cammelli, un'affascinante tradizione beduina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *