Come trovare lavoro a Dubai

Cerchi lavoro a Dubai? Se la tua risposta è sì, allora sappi che… non posso aiutarti perché non mi occupo di recruiting pero posso agevolarti ad orientarti sfatando alcuni miti e cercando di farti capire meglio questa città dal punto di vista lavorativo.

La prima domanda che normalmente la gente si pone è: “E’ facile trovare lavoro a Dubai?”. La risposta, valida anche per tante altre destinazioni, è: per qualcuno sì e per altri no. Ora vi spiegherò il perché di questa risposta.

Trovare lavoro a Dubai non è semplice, ma neanche impossibile, come in tutte le parti del mondo. Il mondo lavorativo a Dubai è in costante mutamento e bisogna quindi essere dinamici.

Ci sono vari aspetti da considerare: Il primo, ed il più ovvio, è quello che noi italiani a Dubai siamo stranieri ed in quanto stranieri abbiamo bisogno di un valido visto per poter lavorare. Per ottenerlo, possiamo aprire un’azienda, possiamo comprare una casa di discreto valore oppure dobbiamo riuscire a farci assumere da un datore di lavoro e convincerlo sul fatto che siamo il giusto profilo e che quindi non soltanto meritiamo un’offerta di lavoro, ma anche una “sponsorizzazione”. Dobbiamo quindi dimostrare che ciò che noi possiamo offrire ai datori di lavoro è qualcosa di più valido rispetto a ciò che le persone del posto o le persone che hanno già un visto lavorativo possono altrettanto offrire. Sicuramente se avete una referenza tramite un contatto amico é un elemento che può giocare a vostro favore perché come in tutti gli ambienti di lavoro, questo può incidere.

Non sempre poi é utile inviare cv senza aver pianificato questa azione, forse meglio affidarsi inizialmente a risorse social digital come Linkedin, Facebook e anche magari investendo dei soldi per andare in vacanza a Dubai per iniziare a farsi un’idea della città, magari lasciare dei cv dal vivo, anche perché se siete senza soldi e con la valigia di cartone forse avete sbagliato destinazione, trasferirsi a Dubai è complesso e richiede comunque una certa organizzazione. Sicuramente una via possibile soprattutto per neolaureati potrebbe essere lo stage che anche a Dubai viene usato e che può una prima piccola porta che si apre all’interno del mercato lavorativo emiratino.

Attenzione alle truffe da parte di agenzie o pseudo aziende che vi chiedono soldi per il visto lavorativo e cose del genere e inoltre se l’azienda vi ritira il passaporto durante la fase di assunzione e non vuole ridarvelo, è una pratica che va denunciata perchè illegale.

Altro elemento da considerare è il costo della vita: vivere a Dubai è costoso, soprattutto nella zona centrale, vicino al mare, dove tutti gli stranieri occidentali vivono, è molto costoso, soprattutto per quanto riguarda l’alloggio. Per potersi mantenere e per poter vivere nella Dubai che noi tutti abbiamo in mente, dobbiamo avere uno stipendio elevato. Non che sia più costoso di vivere a Londra, New York o nella stessa Milano (centro città non in periferia) ma è ampliato dal fatto che si è a 6,000 km da casa, quindi la domenica non si va a mangiare da mamma e non viene papà a portarci il cornetto la mattina. Poi se uno è nato in Italia e non ha il peso di dover pagare un affitto ancora meglio; a Dubai questo non lo hai.

Risultato? Cercare un lavoro non qualificato come ad esempio aiuto cuoco, cuoco non altamente qualificato, donna delle pulizie, manovalanza edile, impiegati non manageriali, camerieri non altamente qualificati e simili, è praticamente inutile. Inutile lo è anche perché generalmente queste posizioni non qualificate vengono ricoperte da personale asiatico. Chi è già stato a Dubai avrà sicuramente notato l’elevata presenza di personale proveniente dal Sud Est asiatico nei ristoranti e negli hotel che accetta paghe misere che non vi consentono di vivere dignitosamente.

Il terzo elemento è la conoscenza delle lingue.

Le due lingue fondamentali per poter lavorare e Dubai sono la lingua araba e la lingua inglese. Chi ha un buon livello di tutte e due le lingue sicuramente avrà molte più opportunità, ma anche avere un ottimo livello di inglese può essere sufficiente. Quando parlo di ottimo livello, intendo un livello molto alto proprio perchè a Dubai conviene trasferirsi se si punta a ruoli dirigenziali o medio alti.

Non esistono mesi migliori per cercare lavoro a Dubai ma sicuramente cercherei di evitare il periodo del Ramadan o quello che lo precede perchè gli emiratini sono distratti da questo tipo di pratica e le assunzioni sono più bloccate. lavoro a dubai



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *