Comprare alcolici in vacanza a Dubai? Ora si può, ecco la nuova legge

Dubai ha allentato la legge sui liquori per consentire ai turisti di acquistare alcolici in negozi controllati dallo Stato, precedentemente accessibili solo ai residenti, titolari di licenze. Una decisione presa dopo il primo calo delle vendite di alcol, in volume, in un decennio.

Dubai, attira visitatori da tutto il mondo. L’alcol significa sempre grandi affari. C’è una tassa di importazione del 100% su una qualsiasi bottiglia, nonché una tassa aggiuntiva del 30% a Dubai per l’acquisto di liquori nei negozi.

Il Dubai Duty Free, di proprietà del governo, ha venduto oltre 2 miliardi di dollari di prodotti, solo l’anno scorso, ai passanti nel terminal dell’aeroporto, tra cui nove milioni di lattine di birra, tre milioni di bottiglie di whisky e un milione e mezzo di bottiglie di vino. Le vendite, esenti da dazi, non hanno mai richiesto una licenza per alcolici.

Le due principali catene di negozi di liquori del paese sono Maritime Mercantile International, una filiale della compagnia aerea Emirates, di proprietà del governo, e African & Eastern.

Ultimamente le vendite complessive di alcolici sono scese a 161,5 milioni di litri nel 2018, in calo rispetto ai 163,7 milioni di litri nel 2017, (dati Euromonitor).

Tuttavia, il turismo ha contribuito a mantenere i prezzi al dettaglio complessivamente elevati poiché alcuni consumatori cercano liquori molto costosi.

I viaggi e il turismo continueranno a svolgere un ruolo importante nello sviluppo delle bevande alcoliche negli Emirati Arabi Uniti, almeno fino ad Expo 2020.

Il Dubai Media Office del governo non si é ancora esposto ufficialmente sul nuovo programma di licenza.

Tuttavia, per venire incontro ai turisti, le autorità avevano già preso provvedimenti negli ultimi anni per rendere più morbida la normativa: nel 2016, Dubai alleggerí la regola che vietava le vendite di alcol durante il giorno, nel mese sacro del Ramadan, quando i musulmani osservanti digiunano dall’alba al tramonto.

La nuova procedura consente ai turisti di ottenere alcol nei negozi autorizzati dopo aver mostrato i passaporti sottoscrivendo di non essere musulmani e che in ogni caso seguiranno la legge locale. Infatti ricordiamo che guidare dopo aver consumato una qualsiasi quantità di alcol rimane illegale così come bere in pubblico.

Le linee guida pubblicate di recente affermano che qualsiasi tipo di alcol acquistato nei negozi può essere bevuto solo all’interno della propria camera o appartamento.

Quindi il consiglio é di stare comunque molto attenti, informarsi bene e seguire sempre le leggi locali. dubai alcol vendita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *