Cresce la domanda di energia negli Emirati Arabi Uniti

Cresce la domanda di energia negli Emirati Arabi UnitiMentre l’economia degli Emirati Arabi Uniti cresce, anche la domanda di energia è destinata a crescere del 9 per cento annuo, e il governo sta cercando di diversificare le risorse energetiche. Secondo l’agenda nazionale UAE, la produzione di energia di gas scenderà dal 98 per cento del 2012 a meno del 76 per cento del 2021 e ci sarà una forte diversificazione sfruttando le energie rinnovabili. Mentre infatti il petrolio e il gas sono stati storicamente i combustibili dominanti che hanno alimentato l’economia degli Emirati Arabi Uniti, il settore energetico emiratino sta subendo una trasformazione verso la diversificazione del mix energetico nazionale. Il governo degli Emirati Arabi Uniti ha fissato un obiettivo di un 24 per cento del contributo dell’energia pulita. Questo si basa sugli obiettivi di energia rinnovabile esistenti ad Abu Dhabi al sette per cento entro il 2021, e a Dubai al cinque per cento entro il 2030.

Quella solare sembra l’energia rinnovabile più attraente per gli Emirati Arabi Uniti. Secondo Saeed Al Tayer, MD e CEO di Dubai Electricity and Water Authority (Dewa), la capacità di produzione di energia solare, che sarà prodotto principalmente dal Shaikh Mohammad Bin Rashid Al Maktoum Solar Park, raggiungerà il sette per cento entro il 2019 e arriverà fino al 15 per cento entro il 2030. Ci sono tre fattori chiave che guidano questa trasformazione, secondo un rapporto redatto e pubblicato dal governo: l’obiettivo degli Emirati Arabi Uniti di estendere la propria leadership globale di energia; l’impegno degli Emirati Arabi Uniti per una crescita green e sostenibile e anche nel garantire la sicurezza energetica degli Emirati Arabi Uniti. Il rapporto del governo ha evidenziato un altro modo per favorire la crescita sostenibile per il settore energetico, utilizzando le risorse esistenti in modo più efficiente. Il governo degli Emirati Arabi Uniti sta già impiegando diversi strumenti per ridurre la domanda. Dubai ha fissato l’obiettivo di ridurre il consumo energetico del 30 per cento entro il 2030. Ahmad Al Muhairbi, segretario generale del Consiglio Supremo di Dubai Energia, ha dichiarato: “L’efficienza energetica è un elemento cruciale della nostra strategia. A questo scopo, abbiamo sviluppato il modello di partenariato pubblico-privato (PPP) per finanziare progetti e sviluppare ulteriormente le nostre capacità attraverso varie tecnologie, tra cui l’energia solare, l’efficienza energetica, il raffreddamento dei quartieri e l’edilizia verde”. “Abbiamo sviluppato un quadro normativo per attrarre investimenti internazionali e facilitare l’esecuzione di progetti di successo”, ha detto Al Muhairbi.

Dubai e gli Emirati Arabi Uniti si preparano a diversificare la loro offerta andando incontro agli obiettivi che renderanno il paese sempre più sostenibile nell’ottica della consapevolezza che gli investimenti verso altri settori energetici puliti sia fondamentale poichè il petrolio non potrà rappresentare l’unica risorsa anche nell’immediato futuro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *