Dragon Boat a Dubai: tra sport e leggenda

Dragon Boat a Dubai: tra sport e leggendaIl Dragon Boat è una disciplina sportiva di origine cinese che prevede gare tra variopinte e originali imbarcazioni lunghe 12 metri con la testa e la coda a forma di dragone, sospinte da venti vogatori che guidati da un timoniere, usano pagaie al ritmo scandito dal tamburino. Le origini delle gare di Dragon Boat risalgono al IV sec. a.C quando, secondo la leggenda più popolare, il poeta cinese Qu Yuan (475-221 a.C), dopo aver appreso che Chu, la sua amata patria, era stata sconfitta in battaglia dal generale dello stato di Quin, perdendo così la propria indipendenza, si suicidò annegandosi nel fiume Miluo come forma di protesta contro la corruzione dell’epoca. Si racconta che gli abitanti del villaggio si precipitarono a salvarlo remando a tutta forza a bordo di lunghe e strette canoe, cercando di tenere i pesci e gli spiriti maligni lontani dal suo corpo con il suono dei tamburi e con il rumore dei remi sbattuti in acqua. Una notte, lo spirito di Qu Yuan apparve ai suoi amici e disse loro di essere morto a causa di un drago. Nel corso del tempo, l’impresa tentata dai pescatori di salvare il poeta si è trasformata nella tradizionale corsa dei Dragon Boat che si tiene ogni anno per commemorare il sacrificio di Qu Yuan in occasione della Festa del Duan Wu (Festa delle Barche Drago), il quinto giorno del quinto mese del calendario lunare cinese.

Nato da un’antica tradizione cinese, il Dragon Boat Racing si è diffuso rapidamente in tutto il mondo. Oggi, l’entusiasmante disciplina sportiva è praticata in più di 40 paesi con gare in sei continenti. La maggior parte delle competizioni moderne di Dragon Boat sono disciplinate dalle norme della Federazione Internazionale Dragonboat (IDBF), ma non manca chi si cimenta in gare minori per puro divertimento e spirito di squadra.

I Dubai Diggers, il primo team degli Emirati Arabi ad aver vinto una medaglia d’oro in un Campionato Mondiale a squadre, è stato fondato nel 2008 da Nick Hando il quale mettendo a frutto la lunga esperienza di capitano di Dragon Boat, diede vita ad una squadra formata da ex canoisti e bagnini provenienti come lui da Hong Kong, e da quanti decisero di entrare a far parte dell’equipaggio. Oggi, la squadra dei Dubai Diggers è composta da australiani, filippini, sudafricani, americani, inglesi, irlandesi, giordani: tanti sportivi di nazionalità diverse dunque, amanti degli sport acquatici ed accomunati dalla passione per il dragonboating. Il prossimo settembre, la squadra con base a Dubai arriverà a Ravenna per la nona edizione dei Campionati Mondiali di Dragon Boat, manifestazione che avrà luogo nel bacino della Standiana e che vedrà lo svolgimento di circa 500 gare, suddivise per distanze (200, 500 e 2.000 metri) e categorie (Open, Femminile e Misto), per l’assegnazione in totale di 96 titoli mondiali.

Dragon Boat a Dubai: tra sport e leggenda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *