Dubai Government Summit 2015: le prospettive degli Emirati Arabi Uniti

Government Summit 2015 Dubai

Si é concluso il Dubai Government Summit 2015 svolto dal 9 all’11 febbraio. Sono stati 3 giorni molto intensi, dove sono intervenuti piú di 100 relatori internazionali e 87 paesi. Il piú grande evento del suo genere in tutto il mondo per discutere dei governi del futuro, nonché dei cambiamenti critici in atto a livello mondiale nello sviluppo di servizi pubblici. Le sfide di oggi come il terrorismo, l’istruzione, i mercati del petrolio, l’innovazione, la qualità della governance, e le missioni marziane – sono alcuni dei temi principali che sono stati affrontati al Government Summit 2015 a Dubai. L’evento di tre giorni ha presentato relatori di alto profilo: capidi Stato, pionieri e innovatori che si sono ritrovati per condividere le loro idee. Gli Emirati Arabi Uniti sono sempre stati attenti alla politica estera internazionale creando ponti di positività e collaborazione.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno 105 missioni diplomatiche in tutto il mondo per costruire e nutrire i legami. Il ministro degli Esteri HH Sheikh Abdullah bin Zayed al Nahyan ha annunciato che gli Emirati Arabi Uniti hanno “quadruplicato il loro aiuto estero ai paesi emergenti e paesi bisognosi” negli ultimi anni, aggiungendo: “É nostro dovere come arabi e musulmani far avanzare il benessere dei paesi in via di sviluppo” Da quando è iniziato il suo mandato come ministro degli esteri nel 2006, lo stato del Golfo ha visto una rapida espansione delle sue relazioni diplomatiche con i paesi dell’America Latina, il Sud Pacifico, l’Africa sub-sahariana e in Asia orientale, nonché un consolidamento e rafforzamento delle relazioni con i paesi occidentali. Egli inoltre ha descritto lo stato del Golfo come l’ultima destinazione per gli innovatori e talenti. La grossa apertura degli Emirati Arabi Uniti al resto del mondo e negli investimenti nel settore dell’istruzione e della conoscenza ha permesso di raggiungere il suo livello attuale di successo. HH Sheikh Abdullah bin Zayed al Nahyan ha detto che l’importazione e l’esportazione del talento degli Emirati Arabi Uniti hanno portato a superare le sfide regionali e raggiungere grandi sviluppi. “Quando gli Emirati Arabi Uniti è stata fondata, circa il 50 per cento degli uomini e solo un terzo delle donne sapeva leggere e scrivere”, ha detto durante il suo discorso, intitolato #WeTheUAE, al vertice di Governo. “Ma ora, il 90 per cento di loro sono altamente istruiti e che è stato il risultato dello sviluppo del sistema educativo.”

Analisi anche sullo sviluppo del sistema sanitario: istituzioni con le migliori attrezzature, ci sono 2.200 stabilimenti che forniscono la migliore assistenza sanitaria e si concentrano sull’essere umano, che è la risorsa più importante. Inoltre si é deciso di sviluppare un paese moderno e questi ha attratto intellettuali globali, mentre altri paesi hanno sofferto la fuga di cervelli. La popolazione totale è aumentata di 30 volte con un paese aperto e un hub che attira tutte le abilità e competenze. Gli Emirati Arabi Uniti sono ormai diventati una rete e un hub internazionale con grandi multinazionali in tutto il mondo che hanno creato enormi progetti con il governo e con le imprese private nel turismo, economia, trasporti e energie rinnovabili. Quest’apertura è stata fondamentale perché ha permesso di non vivere di solo petrolio che è stata la principale fonte di reddito nel primi anni degli Emirati Arabi Uniti, ma ora l’8,1 per cento del Pil proviene dal turismo e il 15 per cento dal tutto il settore annesso. Ma non solo, gli Emirati Arabi Uniti hanno investito pesantemente negli ultimi anni anche nel settore delle energie rinnovabili per non dipendere dal petrolio che é una risorsa che prima o poi finirá.

Gli Emirati Arabi Uniti è il primo stato del Golfo ad iniziare a costruire una centrale nucleare per produrre energia. L’aumento dell’uso dell’energia e le forniture di gas insufficienti hanno incoraggiato gli Emirati a guardare al nucleare per diversificare le sue risorse energetiche. Insomma si sta costruendo il futuro come si é costruito il presente. Il Summit si é concluso ponendo l’attenzione verso l’innovazione filo conduttore di tutto l’evento emiratino. Ci saranno 7 iniziative innovative del governo che verranno attuate nell’immediato futuro:

  1. Il laboratorio robot nelle scuole.
  2. Sviluppo umano di coloro che fanno innovazione
  3. L’innovazione sará aggiunta come criterio di base per valutare sia la scuola pubblica e privata.
  4. Mostra nazionale per l’innovazione. Un evento annuale che coinvolgerá tutte le università, pubbliche e private.
  5. Creazione di incubatori d’innovazione per gli studenti universitari e giovani.
  6. Scoprire e trovare talenti in tenera età e studenti che hanno un talento da coltivare
  7. Programma di sostegno per gli innovatori. Campi di formazione saranno stabiliti negli Emirati Arabi Uniti dedicati agli innovatori che comprenderanno programmi intensivi durante i periodi estivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *