Expo 2015 Milano: stupisce il padiglione degli Emirati Arabi Uniti

Expo 2015 Milano padiglione Emirati Arabi Uniti stupisceIl padiglione degli Emirati Arabi Uniti all’Expo 2015 di Milano sta stupendo tutti per efficienza, design e organizzazione. Giorgio Starace, l’Ambasciatore italiano uscente negli Emirati Arabi Uniti, ha detto che il padiglione degli Emirati Arabi Uniti è uno dei padiglioni più caratteristici, organizzati e attraenti all’Expo Milano 2015 in termini di immagine, design e messaggio ai partecipanti e visitatori. Egli ha sottolineato l’importanza della partecipazione degli Emirati Arabi Uniti a questo grande evento mondiale per mettere in evidenza i risultati e preparare il paese ad ospitare l’Expo di Dubai 2020.

La partecipazione degli Emirati Arabi Uniti contribuirà ulteriormente ad aumentare un certo numero di turisti italiani e di altri paesi a visitare gli Emirati Arabi Uniti. Questo padiglione infatti rappresenta una piattaforma importante per promuovere il turismo negli Emirati Arabi Uniti grazie al risalto dei media nel sottolineare il design del padiglione UAE. Starace, inoltre ha descritto i rapporti tra gli Emirati Arabi Uniti e l’Italia come “eccellente in tutti i campi”, in particolare nel settore del commercio, citando che le esportazioni italiane verso gli Emirati Arabi Uniti sono arrivate a 6 miliardi di euro nel 2015. Egli ha aggiunto che 6.000 aziende italiane operano negli Emirati Arabi Uniti, così come un certo numero di altre aziende nelle free zone. L’ambasciatore italiano negli Emirati Arabi Uniti ha detto che gli Emirati Arabi Uniti sono il top trading partner per l’Italia nel mondo arabo, ed è un mercato importante per le esportazioni italiane in Medio Oriente, aggiungendo che il suo paese è pronto a rafforzare questo paternariato economico. Egli ha aggiunto che l’anno scorso, Etihad Airlines e Alitalia hanno raggiunto un accordo di partnership sottolineando che l’accordo promuoverà in maniera sostanziale il turismo in entrambi i paesi. Starace ha invitato gli investitori italiani ad aumentare i loro investimenti negli Emirati Arabi Uniti e beneficiare delle agevolazioni previste dal governo emiratino per gli investitori, aggiungendo che gli Emirati Arabi Uniti è il primo paese arabo i cui cittadini sono stati esonerati dai requisiti di visto Schengen.

L’ambasciatore italiano ha citato poi la tolleranza, l’organizzazione e la sicurezza come i principali fattori per la coesistenza nel paese di più di 200 nazionalità. L’ambasciata aiuta anche gli studenti interessati a studiare nelle università italiane e viceversa con uno scambio di cultura e risorse molto significativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *