Expo 2020 Dubai: ecco i progetti del futuro

L’Expo 2020 Dubai ormai é vicino e apre prospettive di business incredibili. Questo é il momento più opportuno per aprire branch locali grazie alle opportunità delle free zone locali o anche investire sfruttando una pressione fiscale nulla ed una soddisfacente gamma di servizi alle imprese.

Finalmente l’Expo avrà luogo nel Medio Oriente: le stime parlano di oltre 25 milioni di visitatori tra Ottobre 2020 ed Aprile 2021 di cui circa il 70% giungerà da fuori la regione, registrando il maggior numero i visitatori internazionali della storia. La vittoria per l’Expo 2020 ha dato inoltre un nuovo impulso vitale ai progetti in fase di sviluppo, tra cui i due mega progetti in corso, quali il Dubai World Central del controvalore di 31 miliardi di dollari e la Mohammed Bin Rashid City del controvalore di 60 miliardi di dollari ed é stato anche svelato l’Expo 2020 Dubai Master Plan destinato ad ospitare i milioni di visitatori da tutto il mondo. Una delle novità più interessanti riguarda l’ecosostenibilità edilizia con una struttura fotovoltaica enorme che coprirà l’intera struttura soddisfacendo la metà del fabbisogno energetico dell’intero sito.

Gli Emirati Arabi inoltre raddoppieranno l’attuale offerta di 82.000 camere di hotel al fine di poter soddisfare gli oltre 25 milioni di persone in visita durante l’Expo 2020, con l’obiettivo di raggiungere dunque le 164.000 camere entro i prossimi 6 anni con un volume di business che si stima attorno ai 7 miliardi di dollari. Quindi inizia un’accelerazione fortissima per alcuni segmenti: turistico, residenziale, hospitality, retail e commerciale.

L’incremento di aziende italiane che avviano attività negli Emirati è importante. La dinamica dell’export italiano verso gli Emirati è positiva per quasi tutte le tipologie. Una delle più importanti, in termini di valore, è quella che include i mobili outdoor, con oltre 47 milioni di euro esportati e una crescita che sfiora il 70%, in trend positivo anche i mobili per l’arredo domestico (28,8 milioni, +18 percento). La leadership dell’outdoor non sorprende in un paese caratterizzato da un clima gradevole per nove mesi l’anno. Le aziende italiane sono ben note nel mondo per il loro livello di design e qualità, il che apre ottimi scenari per l’ingresso nei progetti avviati verso Expo 2020.

Per crescere ancora, gli italiani dovranno rafforzare i legami con la committenza locale, a cominciare dagli studi di architettura che seguono le grandi opere residenziali/alberghiere, e captare i gusti dei consumatori che sono nettamente cambiati negli ultimi tempi. E non a caso le aziende del design stanno avviando sempre meno azioni di marketing classiche (come la partecipazione a fiere) in favore di iniziative più mirate di marketing B2B, web marketing e comunicazione sui social.

L’Expo 2020 Dubai rappresenta infatti un perfetto traino per chi vuole sviluppare o consolidare la propria presenza negli Emirati Arabi.expo2020 dubai progetti futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *