Expo 2020 Dubai: i giovani arabi promuovono l’evento

Expo 2020 Dubai: i giovani arabi promuovono l'eventoL’Expo 2020 di Dubai migliorerà l’immagine del mondo arabo a livello globale. O, almeno così la pensa la maggior parte dei giovani arabi. Dalla sesta indagine annuale Arab Youth Survey* (Indagine sulla Gioventù Araba), è emerso che il 62% dei giovani intervistati crede che l’Expo 2020 avrà un impatto positivo sul modo in cui la comunità internazionale vede il mondo arabo; il 27% ritiene che ciò “è possibile”; solo il 4% non si aspetta alcun impatto; mentre il 7% “non sa”.

L’indagine ha evidenziato inoltre, un grande ottimismo tra i giovani arabi riguardo le conseguenze dell’Esposizione Universale: circa il 90% dei 3500 intervistati** ritiene che l’Expo 2020 avrà ripercussioni positive sulla regione. Interessante il dato che registra come i giovani del Libano (67%) e quelli del Marocco (66%), credano più degli altri nell’impatto positivo dell’evento. Del resto che l’Expo 2020 porterà a Dubai e negli Emirati oltre 25 milioni di visitatori e creerà circa 277.000 posti di lavoro è un dato di fatto. Quasi tutti gli intervistati erano a conoscenza della candidatura di Dubai all’Expo del 2020 e la maggior parte di essi sapeva che la città emiratina era stata scelta come città ospitante il grande evento.

“Vedere che i giovani della regione credono che l’Expo porterà conseguenze positive sulla regione e sull’immagine che la stessa ha a livello internazionale è un segnale positivo, di grande ottimismo”, ha commentato Sunil John, amministratore delegato di ASDA’A Burson-Marsteller, l’agenzia di relazioni pubbliche di Dubai che ha commissionato l’indagine.

*L’Arab Youth Survey è un’indagine annuale condotta per fornire dati circa le aspirazioni dei giovani arabi (200 milioni) della regione al fine di indirizzare le scelte politiche del governo e del settore privato.

**La società internazionale di sondaggi PSB ha condotto 3500 interviste faccia a faccia con uomini e donne arabi di età compresa tra i 18 e i 24 anni nei sei paesi del CCG (Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman e Qatar), ed in Iraq, Egitto, Giordania, Libano, Libia, Tunisia, Marocco, Algeria, Yemen e Palestina.

Expo 2020 Dubai: i giovani arabi promuovono l'evento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *