Fa sesso in un taxi a Dubai: adesso rischia la prigione

Rebecca Blake fa sesso in taxi a Dubai e viene arrestataRebecca Blake, inglese bruna dagli occhi verdi e con un fisico invidiabile, ha preso un taxi completamente ubriaca con un accompagnatore (che non è suo marito): fatti che costituiscono un reato grave in un Paese quale Dubai, che – sebbene ci siano delle tolleranze verso i comportamenti occidentali – rimane un paese islamico.
Sul sedile posteriore di tale taxi a Dubai, Rebecca avrebbe iniziato a fare sesso con quest’uomo; lo stesso autista del mezzo, scandalizzato da quanto vedeva tramite lo specchietto retrovisore, ha denunciato la coppia ad una pattuglia della polizia stradale. La 29enne – originaria di Croydon, South London – è a Dubai da settembre scorso come consulente del gruppo Manpower – è stata così vista durante un atto sessuale con il suo accompagnatore, Conor McRedmond (irlandese che lavora per una società di ingegneria) dalla polizia, che quindi ha arrestato entrambi.
I due si erano conosciuti poche ore prima all’Irish Village, un locale famoso vicino il Dubai International Airport, e pare che avessero bevuto ininterrottamente per ore precedenti, prima di prendere un taxi per Dubai Marina. Sono invece finiti alla stazione di polizia di Jebel Ali e lì sono rimasti in custodia preventiva per 5 giorni, dal 4 al 9 maggio.

 

Una fonte anonima al Sun racconta che quando è arrivato l’agente di polizia per vedere cosa stesse succedendo, la donna era tutta nuda e stava facendo sesso con l’uomo sul sedile posteriore. Blake e McRedmond sono stati rilasciati su cauzione dopo che due amici distinti hanno garantito per loro, andranno davanti ad un tribunale, che potrebbe condannarli a tre anni di prigione.

Rebecca Blake e Conor McRedmond hanno negato ogni accusa, fornendo una versione assai diversa sui fatti:

Non so davvero da dove arrivino queste accuse a sfondo sessuale perché io ero da sola sul taxi e sono stata arrestata per una bottiglia di birra trovata sul sedile posteriore, non di certo per aver fatto sesso

ha detto la Blake al tabloid londinese Sun.

Come ricorda il Daily Mail, nel 2008 Vince Acors e Michelle Palmer vennero condannati a 3 mesi di prigione per aver fatto sesso sulla spiaggia di Jumeirah (pena sospesa in appello), accanto il Burj al Arab, mentre due anni più tardi Charlotte Adams e ad Ayman Najafi passareono un mese in cella per essersi baciati ed accarezzati in maniera troppo spinta in un ristorante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *