Fiera del Franchising a Dubai, 28-30 ottobre al Dubai World Trade Center

Attività-in-Franchising-a Dubai-e-negli-Emirati-ArabiPer definizione il Franchising é un accordo contrattuale in base al quale al franchisee è riconosciuto il diritto di impegnarsi a offrire, vendere e distribuire beni o servizi sulla base di un format di marketing progettato dai franchisor. Il franchisor permette al franchisee di utilizzare i propri segni distintivi, il proprio nome e trarre vantaggio dalla pubblicità da esso effettuata.Una delle ragioni della diffusione del franchising deriva dal fatto che è il modo più sicuro per avviare un nuovo business. Le stime relative al tasso di successo di differenti modalità per intraprendere un nuovo business evidenziano la seguente situazione: creare una nuova impresa; acquistare un’impresa esistente; acquistare un franchisee. I franchising sono forme di distribuzione di successo per varie attività commerciali. I vantaggi derivanti dal franchising sono: riconoscibilità del marchio, maggiori probabilità che l’azienda sopravviva, campagne pubblicitarie a livello nazionale; crescita più rapida, sviluppo del prodotto. Gli svantaggi sono: pagamento di fee e royalties, limite ai prodotti che possono essere venduti,obbligo di rispetto di determinati standard di servizio.

Il franchising è anche una soluzione che consente di derogare a normative antitrust che impongono limiti alla quota di mercato detenibile da una singola società.Infatti, il negozio in franchising è proprietà di un soggetto differente dal marchio distributore, il quale in questo modo ottiene un maggiore numero di sbocchi sul mercato. I costi di struttura della filiale sono poi a carico dell’affiliato, con relativo vantaggio di risparmio per l’affiliante. Il moderno franchising si è diffuso a partire dagli anni trenta con lo sviluppo di grandi catene di ristoranti, ed è letteralmente esploso negli anni cinquanta con la creazione di catene di fast food.

Attualmente si nota la tendenza alla formazione di grandi catene in franchising nel settore della rivendita al dettaglio e in parallelo la crescente diffusione del cosiddetto franchising solidale, in cui l’azienda affiliante si impegna a destinare l’intero ammontare delle royalty versate dagli affiliati al finanziamento di progetti di solidarietà, spesso in collaborazione con associazioni umanitarie.

La legge che regola il franchising negli Emirati Arabi Uniti è la Federal Law No. 18 del 1981 on the Organisation of Commercial Agencies (poi modificata dalla Federal Law No. 14 del 1988, e successivamente dalla Federal Law No. 13 del 2006 e dalla Federal Law No. 2 del 2010) (la cosiddetta “Commercial Agencies Law”). Tale legge si applicherebbe non solo per quello che viene considerato come accordo di agenzia, ma anche per gli accordi in materia di franchising, distribuzioni, accordi di commissioni, concessionarie e altre forme di rappresentanza-agenzia. “Potenzialmente”, perché la validità si estende solo ai contratti che sono registrati presso il Ministero dell’Economia degli Emirati Arabi Uniti.

A tal fini alcuni criteri vanno rispettati:

  • L’affiliato deve essere un emiratino o un’entità che è interamente controllata da cittadini degli Emirati Arabi Uniti;
  • Il contratto di franchising deve concedere l’esclusiva su tutto o una parte degli Emirati Arabi Uniti; Il contratto di franchising deve essere autenticato.Attività-in-Franchising-a Dubai-e-negli-Emirati-Arabi

Ringraziamo per le informazioni e la consulenza tecnica, Area Franchising, nata dall’idea del fondatore Donato Lombardi, che per oltre 15 anni è stato protagonista del successo di importanti marchi di Franchising nazionali ed internazionali ricoprendo nel tempo una molteplicità di ruoli, dalla semplice attività di sviluppo, fino alla Direzione Generale di noti Franchisor, curando interamente i progetti in tutte le loro fasi.

One thought on “Fiera del Franchising a Dubai, 28-30 ottobre al Dubai World Trade Center

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *