Fotocamera sopravvissuta tre mesi sul fondo dell’Oceano

Fotocamera sopravvissuta sul fondo dell'OceanoUna fotocamera che sopravvive tre mesi in fondo all’oceano. Sembra una storia senza senso ma è realmente accaduta: il fotografo subacqueo John Ng era in immersione al largo delle coste delle Maldive il mese scorso, quando ha notato un qualcosa incastrato tra le rocce e la barriera corallina sul fondo dell’oceano. Dopo un’attenta osservazione, ha intuito che quel qualcosa potesse essere una macchina fotografica. John Ng è fotografo di una squadra subacquea ‘Scuba Monster’ di Hong Kong.

Durante una delle sue immersioni ha notato quella che sembrava essere una fotocamera dentro una cavità profonda 18,5 metri e a causa delle forti correnti ha impiegato circa 10 minuti  per riuscire a raggiungere la fotocamera. Tornato in superficie John Ng ha notato che la custodia esterna della fotocamera era ancora perfettamente sigillata e la macchina fotografica come nuova. Dal suo guscio ruvido e malconcio, è uscita una Panasonic Lumix GH4 perfetta, è sopravvissuta per tre mesi sul fondo del mare senza riportare nessun problema, nessun graffio e nessuna infiltrazione di acqua.

Il fotografo ha poi contattato Nauticam China per risalire al proprietario della macchina grazie al numero di serie della custodia, alla fine la Panasonic è stata consegnata al suo legittimo proprietario, un fotografo malese che l’aveva persa nel dicembre del 2014 proprio a causa delle forti correnti. Una storia a lieto fine che è sicuramente accerta l’ottima affidabilità delle custodie subacquee.

Fotocamera sopravvissuta sul fondo dell'Oceano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *