Guidare una Ferrari a Monza. PureSport, PureAdrenaline.

Guidare una Ferrari a Monza. PureSport, PureAdrenaline.Il legame tra le Ferrari, il mondo delle corse automobilistiche e gli Emirati Arabi Uniti è sempre stato molto forte e si è consolidato negli ultimi anni con il completamento e l’apertura al pubblico del Ferrari World (il primo parco a tema Ferrari) e lo svolgimento del GP di Formula 1 nel circuito di Yas Marina, poco distante dal parco.

Sulla scia di questo legame, la scelta di provare e condividere con i nostri lettori l’emozione di guidare una Ferrari in pista. Questo evento è stato possibile grazie alla Puresport, scuola di pilotaggio per privati ed aziende, che organizza corsi su vetture monoposto e gran turismo.

Il team tecnico di Puresport è formato da specialisti con una solida esperienza in corsi di pilotaggio su tali vetture. Una giornata con Puresport significa passione, adrenalina, tecnologia, divertimento, ma anche sicurezza, grazie alla professionalità del team.

Il nuovo programma GT PROGRAM che siamo stati invitati a provare, ci ha dato la possibilità di guidare vetture GT come la Ferrari 430 e la Lamborghini Gallardo, sul circuito di Monza.

Guidare una Ferrari a Monza. PureSport, PureAdrenaline

La pista di Monza raggiunge una lunghezza complessiva di 5793 metri, ed è considerata la pista più veloce d’Europa ed una delle più veloci del mondo. Non a caso è spesso chiamata da addetti ai lavori ed appassionati “Il Tempio della Velocità”. L’attuale record ufficiale del circuito è stato stabilito nelle prove del Gran Premio d’Italia 2004 da Rubens Barrichello alla media di 257,320 km/h. Il record assoluto del circuito, invece, è stato stabilito da Juan Pablo Montoya nelle prove libere dello stesso anno, girando in 1’19″525 con una media di 262,220 km/h; il giro non è considerato come record del circuito perché stabilito durante una sessione considerata non ufficiale.
L’anno successivo, lo stesso Montoya raggiunse l’incredibile velocità di 369 km/h.

È tra gli autodromi permanenti più antichi al mondo ed è famoso oltre i confini nazionali per ospitare il Gran Premio d’Italia di Formula 1 (organizzato dall’Automobile Club di Milano quasi ininterrottamente dal 1922) e il Gran Premio del Campionato mondiale Superbike.

La giornata inizia con un accurato briefing per i driver e una presentazione delle vetture (Ferrari F430 e Lamborghini Gallardo). Subito dopo il briefing, pronti a partire.

Inevitabile la tensione quando ci si mette al volante, se non si è mai stati alla guida di una Ferrari da 500 cavalli; l’aver esperienza con la guida in circuito aiuta, ma non è indispensabile. La presenza dell’istruttore al proprio fianco da’ sicurezza.

Partendo dalla corsia box ci immettiamo subito nel rettilineo principale che è lungo ben 1100 metri, siamo in sesta marcia e passiamo con la Ferrari F430 F1 i 250 km/h.

Staccata decisa e scaliamo tutte le marce fino alla seconda per entrare nella prima variante, che è costituita da una repentina svolta destra/sinistra. Subito gas, ma attenzione al sovrasterzo di potenza in particolar modo con la F430 F1. Inseriamo in rapida sequenza le marce fino alla quinta per immetterci verso destra nella Curva Biassono.

Al termine di questa curva dobbiamo agire nuovamente con forza sul pedale del freno per riportarci in seconda ed affrontare con disinvoltura la seconda variante; dove sfioriamo soltanto i cordoli, vista la loro notevole altezza, per poter dare nuovamente gas il prima possibile. In questo tratto la notevole motricità assicurata dalle quattro ruote motrici della Lamborghini Gallardo e della Porsche 997 Turbo, ci proietta in avanti con grande impeto.

Terza marcia, e via verso la Prima di Lesmo. Posticipiamo leggermente l’ingresso; percorriamo la curva verso destra con gas costante poi quarta, freniamo un poco e nuovamente terza per affrontare la Seconda di Lesmo dove ci tuffiamo subito verso destra.

Gas completamente spalancato per la piccola piega verso sinistra denominata Curva del Serraglio; quinta marcia, cartello dei 200 metri e, alla curva, freniamo con decisione. Scaliamo fino alla terza e giriamo verso sinistra per entrare nella famosa Variante Ascari, dove inseriamo subito la quarta e solletichiamo il gas per poi affondarlo con decisione come la pista torna nuovamente rettilinea.

950 metri, il secondo rettilineo per lunghezza del circuito, e siamo pronti per immetterci nella curva parabolica dove entriamo in terza per poi inserire la quarta e ci prepariamo per affrontare il secondo giro transitando dal rettilineo principale.

Il secondo giro va decisamente meglio del primo. La conoscenza del circuito fa in modo che l’istruttore possa dare meno indicazioni sulla marcia da impostare o sulle traiettorie da seguire.
Tra l’altro aver fatto questa esperienza poco dopo lo svolgimento del Gran Premio di Formula 1, da possibilità di girare su una pista molto “gommata”, e quindi con traiettorie anche evidenti.

Per quanto l’accelerazione sia davvero incredibile, quello che lascia maggiormente a bocca aperta (soprattutto per chi magari è già abituato a guidare auto o moto veloci, e quindi ad accelerazioni fulminee) è la capacità di frenata di tali vetture Gran Turismo da pista. Passare dai 260 a 50 kmh in meno di 200 metri. Talvolta il non essere abituati a tali velocità, fa in modo che si anticipi troppo la frenata, e grazie ai potenti sistemi Brembo di tali vetture, ci si ritrova fermi o quasi, a 100 metri dalla curva.

Guidare una Lamborghini a Monza. PureSport, PureAdrenaline

Dopo l’emozionante sensazione della guida della Ferrari, la PureSport ci ha dato anche la possibilità di guidare la Lamborghini Gallardo sul circuito di Monza. Due auto diverse, due stili diversi. Ma l’emozione della guida in circuito resta. E giro dopo giro si continua a prendere confidenza con il circuito, a ricordarsi i punti di staccata, le traiettorie e dove poter spingere.

Una delle esperienze più intense vissute finora.

Emozione pura. Adrenalina pura.

L’unico rammarico.. è finito troppo presto.

Ma torneremo a provare le vetture Gran Turismo e magari le “Formula” con lo staff di PureSport. Magari la prossima volta sul circuito di Abu Dhabi…

Ferrari Driving Experience in Monza

 

 

Via G. Galilei 15 – 20856 Correzzana (MB)
TEL +39 039 6066098
puresport@puresport.it
www.puresport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *