I benefici del latte di cammello

Il latte di cammello è il latte più simile a quello materno umano.  È stato usato per secoli da popolazioni nomadi, per le sue benefiche proprietà salutari. I Nomadi potevano sopravvivere per periodi lunghi esclusivamente assumendo latte quando portavano a pascolare nel deserto in ambienti aridi, i cammelli. Il latte di cammello ha sufficienti sostanze nutrienti per sostenere una persona attraverso la giornata. Il latte di cammello è disponibile nei supermercati negli Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita e Stati Uniti.  E’ fonte di proteine con potenziale attività antimicrobica e di protezione; queste proteine non si trovano nel latte di mucca.

Il valore del latte di cammello è da ricercarsi nelle elevate concentrazioni di acido linoleico tra altri grassi polinsaturi acidi, che sono essenziali per la nutrizione umana. Il latte di cammello ha più grasso e proteine del latte di mucca mentre il colesterolo del latte di cammello è inferiore a mucca o capra. È anche ricco di vitamine del gruppo B, ma inferiore di vitamina A e B2. I cammelli, possiedono unici e potenti componenti del sistema immunitari che sono contenuti nel loro latte. Il Latte di cammello inoltre ha più basso contenuto di lattosio rispetto al latte di mucca ed è 3 volte superiore in vitamina C e 10 volte più elevati in ferro (fonte: The Huffington Post). Tuttavia, i livelli di potassio, magnesio, ferro, rame, manganese, sodio e zinco sono superiori nel latte vaccino .

Il latte di cammello è potenzialmente utile per chi ha disturbi nel diabete e l’autismo. Come con qualsiasi rimedio naturale, si consiglia sempre comunque di consultare un medico prima di bere il latte di cammello.

The Huffington Post cita uno studio del 2005 del Bikaner Diabetes Care Research Center in India che ha osservato gli effetti del latte di cammello sul diabete di tipo 1. I ricercatori hanno determinato che il consumo di latte di cammello aiuta a mantenere livelli glicemici bassi a lungo termine e un controllo continuativo di zucchero nel sangue. Anche se la ricerca sembra promettente, sono necessari ulteriori studi scientifici per dimostrare l’efficacia di latte di cammello per il trattamento del diabete.

Un altro studio pubblicato nel dicembre 2005 “ha studiato gli effetti di latte di cammello su otto bambini che hanno forti disturbi allergici alimentari. Dopo non aver risposto ai trattamenti convenzionali, i partecipanti allo studio hanno consumato latte di cammello, sotto la direzione dei ricercatori.  Il latte di cammello è stato creduto svolgere un ruolo chiave nel ridurre i sintomi allergici; tuttavia, sono necessarie ricerche scientifiche supplementari per dimostrare sufficientemente anche questa teoria sull’efficacia del latte di cammello nel trattamento di allergie.

Alcuni sostenitori del latte di cammello credono che questo latte possa essere utile anche alle persone con autismo. Uno studio pubblicato nell’edizione 2005 del “International Journal of Human Development”, ha osservato gli effetti del consumo di latte di cammello, al posto del latte di mucca, sulle persone autistiche. I ricercatori hanno scoperto che, dopo 4 anni un partecipante femminile ha eliminato i suoi disturbi di autismo.

Altre prove su altri soggetti conferma che questo tipo di latte possa aiutare a ridurre sensibilmente i disturbi autistici, in questo caso questo studio non ha ancora ottenuto prove scientifiche evidenti per ritenere una correlazione chiara e oggettiva sul trattamento dell’autismo.benefici latte cammello nutrizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *