I grandi progetti a Dubai: ecco il ‘The World’, ripartono i lavori

The World, il grande progetto di Dubai, delle isole artificiali a forma di globo terrestre, prova a ripartire.

The World, in lingua araba: Juzur Al-Alam, è un arcipelago artificiale costruito a 4 chilometri al largo della costa di Dubai, e costituito da numerosi isolotti che uniti hanno la forma del globo terrestre. Ognuno di essi è composto principalmente da sabbia, drenata proprio dalla costa di Dubai.

Il progetto fu inizialmente un’idea di HH Mohammed Bin Rashid Al Maktoum, il governatore di Dubai, e la sfida quasi impossibile per la sua realizzazione fu affidata alla Nakheel.

La creazione delle 300 isole ebbe inizio nel 2003, ma il progetto subì un arresto nel 2008 a causa della crisi economica e finanziaria mondiale, che nonostante tutto si fece sentire inevitabilmente anche da queste parti.

Anche se il 70% delle isole a quei tempi erano già state vendute a privati o a fondi d’investimento internazionali, i lavori per la maggior parte di esse non iniziarono nemmeno, tanto che alla fine del 2013, soltanto due delle isole, erano state completate. Ogni isola va da 23.226 a 83.613 metri quadrati di dimensioni, con 100 metri di acqua tra un’isola e l’altra e per costruirle tutte si sono resi necessari oltre 300 milioni di metri cubi di sabbia, oltre a quasi 400 milioni di tonnellate di sassi e rocce.

Il progetto ha portato alla città di Dubai un incremento della linea costiera di ben 230 chilometri.

Il costo dell’intero progetto nel 2005 fu stimato in circa 14 miliardi di dollari, sebbene le spese effettive, seppur ignote, si siano rivelate decisamente più alte. Oltre ai problemi finanziari appena citati che portarono all’interruzione dei lavori, era emerso un altro problema, forse anche più grave. Alcuni quotidiani, riportarono la notizia che le isole stavano iniziando ad affondare. Questa notizia fu prontamente smentita dalla Nakheel, affermando che erano state fatte delle analisi completamente inesatte.

Ad ogni modo, nonostante questo grande interesse mediatico, l’aspetto globale di The World è ancora scarno, la sabbia sta scomparendo per una normale e naturale erosione, le isole praticamente non sono ancora state sviluppate e il rischio concreto è quello di un flop. Al momento, solo il Libano è stata interamente costruito. “Lebanon Island ” è attualmente in vendita – al prezzo di Dhs 80 milioni (£ 15,5 milioni). Secondo le indiscrezioni, l’isola ha un beach club privato, un ristorante da 80 posti, una piscina da 250 persone, due spiagge separate e un bar con licenza. 

Ora l’Emirato ci riprova e lo sviluppo delle isole è ancora in pieno svolgimento, dieci anni dopo. I lavori di costruzione sono ripartiti.

Il progetto copre un’area di 42 mila ettari di terra artificiale circondata da una diga foranea di forma ovale per ospitare case private e resort da sogno.the world dubai progetto isole artificiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *