Il Big 5 Dubai 23-26 Novembre 2015: Made in Italy in prima fila

Il Big 5 è l’evento fieristico più prestigioso nel settore dell’edilizia e delle costruzioni, è un appuntamento unico per esporre e per accedere alle opportunità di affari esistenti sui mercati del Medio Oriente. La fiera è partita oggi 23 novembre e sarà attiva fino al 26 novembre 2015 presso il Dubai World Trade Centre di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Con gli espositori in mostra migliaia di prodotti certificati e innovativi da tutto il mondo, laboratori certificati gratuiti in offerta e dimostrazioni di prodotti dal vivo, inoltre ci sono informazioni sufficienti per i professionisti di qualsiasi disciplina del settore delle costruzioni e nel settore dei servizi per le aziende.

La fiera viene considerata un evento di riferimento per gli operatori del settore in Medio Oriente, Sud-Est Asiatico e del Nord Africa.

L’edizione 2014 ha contato oltre 2.700 espositori provenienti da 60 Paesi e più di 74.400 visitatori (il 9% in più rispetto all’edizione precedente). L’edizione 2015 attende 85.000 persone, l’esposizione di 35.000 prodotti di oltre 2.800 espositori in tutto il mondo. 

Parlando oggi, giorno di apertura, Josine Heijmans, Event Director del Big 5, ha dichiarato: “La diversità e il livello di innovazione in mostra al The Big 5 di quest’anno rispecchia la domanda nel settore delle costruzioni verso la sostenibilità”.

L’Italia da anni si posiziona come primo paese partner in termini di metri quadri occupati e aziende partecipanti, in risposta al forte apprezzamento per il Made in Italy in quest’area. C’è una folta presenza piemontese con il supporto della Regione Piemonte e Unioncamere Piemonte, una novantina di aziende bresciane che parteciperanno a questo salone internazionale attraverso l’organizzazione di Pro Brixia, azienda speciale della Camera di Commercio di Brescia. Ma non solo, tutte le unioni industriali delle varie regioni italiane hanno dato supporto e si sono attivate per aiutare le varie aziende a partecipare a questo evento. Quest’anno un totale di 408 aziende italiane presenti e 6500 mq occupati.

Il Made in Italy nel settore delle costruzioni e dell’edilizia in questa area medio orientale viene molto apprezzato e con l’arrivo dell’Expo 2020 stanno arrivando tantissime opportunità e occasioni.

Oggi il quadro economico emiratino si presenta molto stabile, con incoraggianti segnali di ripresa rispetto alla flessione subita nel biennio 2008-2009. I principali indicatori macroeconomici hanno un andamento positivo e descrivono un Paese proiettato verso uno sviluppo attento ed equilibrato grazie ad un continuo controllo del tasso di inflazione, ad una forte spesa pubblica attenta allo sviluppo strutturale e industriale e ad una lungimirante politica di diversificazione dell’economia(come nel settore delle energie rinnovabili e dell’innovazione).

Secondo le stime di Business Monitor International, il valore dell’industria delle costruzioni degli Emirati Arabi Uniti nel 2013 è stato di 41 miliardi di dollari, con un tasso di crescita annuale del 4,5%. Solo a Dubai, nella prima metà del 2013, i comparti dell’immobiliare e delle costruzioni hanno contribuito per il 21% alla crescita del PIL, secondi solo ai settori retail & wholesale.

I numeri sono ancora più impressionanti se si guarda al complesso dei progetti negli EAU includendo nel totale sia quelli in via di realizzazione sia quelli pianificati; il loro valore, al 2013, arriva a 549 miliardi di dollari.

La posizione strategica del porto di Dubai, la presenza delle zone franche, gli interessi asiatici, africani ed europei che si polarizzano sul territorio degli Emirati Arabi sono alla base della scelta di questo mercato come meta primaria di promozione dei prodotti di tutto il mondo. big five fiera costruzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *