Il Piccolo Principe – O princepe piccerillo – The Little Prince – Der Kleine Prinz – Le Petit Prince – الأمير الصغير

لا ترى جيدا الا بالقلب
non si vede bene che col cuore
pronuncia in arabo: la tara giaidan illa bi’alqalb
الأشياء الأساسية هي غير مرئية للعين
l’ essenziale è invisibile agli occhi
pronuncia in arabo: al’aciaia al’asasia hiaia ghir mar’ia lill ain

Title: الأمير الصغير
(al-amir as-saghir)
Publisher: Maison Tunisienne de l’Edition
Place: Tunis, Tunisia
Year: 1994
Translator: Ahmed ar-Ramadi
ISBN No.: 9973-12-271-2

Remarks: There is another Tunisian (dialect) edition, translated by Hédi Balegh and published three years later. in 1997.

Aah al-amiir as-saghiir, liqad adrakat shay’an fashai’an ab”ad xayaatika as-saghiirat al-xazinat, lam takun tamallaka min waqt liltafqiir wa-ttaamil ghayr tilka al-laxazaat allati kanat tasarrax fiihaa ma”a gharuub ash-shams. Liqad “araftu bihadha al-amiir al-jadiid fii sabaaxi al-yawmi ar-raabi”i min liqaa’inan, “indamaa qalta lii: innanii mughram bigharuub ash-shams.

Title: الأمير الصغير
The Little Prince
Publisher: Al Ahliah – World Best Sellers Series
Place: Amman, Jordan
Year: 2007
Translator: Samir Izzat Md. Nassar
(English: T. V. F. Cuffe)
ISBN No.: none

Remarks: Good bilingual (Arabic-English) edition from Jordan.

English

The Little Prince Antoine de Saint-Exupéry Equally loved by children and adults alike, The Little Prince is one of the most translated books on the planet!

Antoine de Saint-Exupéry (29 June 1900 – 31 July 1944) was a French writer and aviator. He was a successful commercial pilot before World War II. He joined the Armée de l’Air (French Air Force) on the outbreak of war, flying reconnaissance missions until the armistice with Germany. Following a spell of writing in the United States, he joined the Free French Forces. He disappeared on a reconnaissance flight over the Mediterranean in July 1944. He is best remembered for The Little Prince (Le Petit Prince).

With wonderful and whimsical illustrations by the author, this delightful tale straddles a world between adulthood and childhood, philosophy and fantasy, satire and fable, and reminds one not of great children’s authors of the past, but of more unclassifiable writers like Carroll, Milne, and Tolkien, who seem to be writing as much for older as younger readers, and whose writings can be enjoyed on many levels. Written in 1943 by Antoine de Saint-Exupéry, who disappeared shortly after in WWII during a flying mission for the Allies in Northern Africa, it became an instant cult classic and has remained so ever since. There is a nice Napoletan version of the book: ‘O Princepe Piccerillo [The Little Prince] (Franco Di Mauro) 2003 paperback. 102pp. Illustrated. Translated by Roberto D’Ajello

Italiano

Il Piccolo Principe (Le Petit Prince) è l’opera più conosciuta di Antoine Jean Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry (Lione, 29 giugno 1900 – Mar Tirreno, 31 luglio 1944), scrittore e aviatore francese. Pubblicato il 6 aprile 1943 da Reynald & Hitchcock in inglese, e qualche giorno dopo in francese, è un racconto che, nella forma di un’opera per ragazzi, affronta temi come il senso della vita e il significato dell’amore e dell’amicizia. Il Piccolo Principe è stato tradotto in più di 220 lingue e dialetti e stampato in oltre 134 milioni di copie in tutto il mondo.

In un certo senso, costituisce una sorta di educazione sentimentale. L’opera, sia nella sua versione originaria che nelle varie traduzioni in decine di lingue, è illustrata da una decina di acquerelli dello stesso Saint-Exupéry, disegni semplici e un po’ naïf che sono celebri quanto il racconto. Gli stessi disegni sono stati utilizzati per creare le copertine del libro. Ad oggi ne sono state stampate ben 315 differenti versioni.

Lingua originale: francese
Ambientazione: il deserto del Sahara, l’asteroide B 612, gli asteroidi da 325 a 330
Protagonisti: il piccolo principe e l’autore, Antoine de Saint-Exupéry

Il racconto è dedicato al bambino che fu Léon Werth, amico dell’autore.

Sono state realizzate traduzioni de Il Piccolo Principe anche in vari dialetti, tra cui il napoletano (a cura di Roberto D’Ajello), di cui riportiamo un breve estratto:

‘o princepe piccerillo

“Che vene a dicere ‘addumestecare’?”
“E’ na cosa scordata ‘a tiempo. Vò dicere cumponere nudeche. Attaccarse cu n’ato”.
“Attaccarse cu n’ato?”
“Certo, dicette ‘a vorpa, tu, nzi a stu mumento, pe mme nun si ca nu guagliunciello suoccio a ccientomila guagliuncielle.
E nun tengo bisogno ‘e te. E manco tu tiene bisogno ‘e me. I’ pe tte nun songo ato ca na vorpa soccia a ccientomila vorpe.
Ma si tu m’addumiesteche, fernesce c’avimmo bisogno ll’una ‘e ll’ato. Tu sarraje pe mme uneco o munno e io sarraggio
pe tte unica o munno…
“Pe ppiacere…addumiestecame!” dicette.
“Me piacesse”, rispunnette ‘o princepe piccerillo, “ma però nun m’avasta ‘o tiempo. Aggia scuprì cierti amice
e conoscere nu cuofeno ‘e cose”.
“Nun se canosceno ch’ ‘e cose ca s’addumestecano” dicette ‘a vorpa. “Ll’uommene nun teneno cchiù tiempo pe
canoscere niente. S’accattano da ‘e putecare ‘e ccose belle e fatte. Ma visto ca non ce stanno putecare ca
venneno amice, ll’uommene nun teneno cchiù amice. Si tu vuò n’amico addumiestecame!”
“Comme s’adda fa’?” addimannaje ‘o princepe piccerillo.
“S’adda tènere assaje pacienza”, rispunnette ‘a vorpa. “Pe pprimma cosa tu t’assiette nu poco luntano ‘a me,
accussì. dint’ a ll’evera. I’ te guardo cu ‘a coda ‘e ll’uocchie e tu nun dice niente. ‘E pparole ponno significà
na cosa pe n’ata. Ma a gghiuorno a gghiuorno te può assettà nu poco cchiù vicino”.
‘O princepe piccerillo turnaje ‘o juorno appriesso.
“Sarria stato cchiù meglio turnà ‘a stessa ora” dicette ‘a vorpa. “Si tu viene, verbigrazia, tutt’ ‘e juorne a
‘e quatto, io accummencio a essere felice da ‘e tre. Cchiù passa ‘o tiempo e cchiù cresce ‘a priezza. Quanno
se fanno ‘e quatto, io accummencio a spantecà e a smanià: appurarraggio ‘o prezzo d’ a felicità! Ma si nun se sape
a che ora m’aggia preparà ‘o core…ce servono l’usanze”.
“Ched’è n’usanza?” dicette ‘o princepe piccerillo.
“Pure chesta è na cosa ‘a tiempo scurdata”, dicette ‘a vorpa. “E’ cchella cosa che fa nu juorno diverso
‘a llati juorne, n’ora ‘a llati ore…”

5 thoughts on “Il Piccolo Principe – O princepe piccerillo – The Little Prince – Der Kleine Prinz – Le Petit Prince – الأمير الصغير

  • 10 Gennaio 2011 at 12:12
    Permalink

    Un grazie a Rosario, che mi ha fatto conoscere la versione in napoletano del libro!

  • 10 Gennaio 2011 at 18:05
    Permalink

    Direi che manca la traduzione in sardo! Non so qual’e’ di due lingue è più incomprensibile però … ci sono già interpreti dal napoletano in italiano o ? 😀

  • 26 Ottobre 2012 at 19:12
    Permalink

    Dove si può acquistare la versione in arabo del Piccolo Principe? 🙂

  • 2 Novembre 2012 at 08:53
    Permalink

    Salve Stefania, può provare in Amazon.
    Io adesso però sono a Dubai, se la trovo gliela compro e gliela spedisco. Tanto con Amazon avrebbe comunque le spese di spedizione.
    Nel caso la avviso così può inviarmi in email il suo indirizzo.

    Cordiali saluti

    Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *