Intervista a Maurizio Schepici

Maurizio Schepici classe 1975 Messinese DOC, già nei suoi primi anni dell’adolescenza intraprende l’attività agonistica nell’atletica leggera specialità lancio del martello e dimostra subito di avere qualità importanti che lo vedranno in breve tempo crescere, diventando protagonista a livello nazionale e vincendo diverse gare a livello internazionale. Nel 2000 si trasferisce da Messina a Roma per lavoro ed è proprio nella Capitale che Maurizio scopre la motonautica, restando subito affascinato da questi bolidi del mare, in grado di volare sulle onde a velocità estreme. Nel 2011 Maurizio Schepici crea il Tommy Racing Team, dedicando il nome del suo team al proprio cane Tommy.

Abbiamo raggiunto Maurizio, impegnato nelle difficili tappe della Venezia-Montecarlo, per ora secondo nella classifica generale dopo 4 gare e con lui abbiamo scambiato qualche battuta:

Roberto Scoppa: Sappiamo che in passato eri un lanciatore del peso con tanto di record ancora imbattuti, come sei diventato pilota di motonautica?

Maurizio Schepici: Sono entrato nel mondo della motonautica facendo un giro su un catamarano offshore 3000 di Moretti.

Tommy Racing TeamRoberto Scoppa: Quali sono le tue origini? E come hai scoperto Dubai e gli Emirati Arabi invece?

Maurizio Schepici: Le miei origini sono di Messina e ho scoperto gli Emirati grazie alla Motonautica.

Roberto Scoppa:  Cosa ti piace di Dubai e degli Emirati Arabi Uniti?

Maurizio Schepici: Sicuramente gli Hotel e questi incredibili centri commerciali.

Roberto Scoppa: Tu che vieni spesso qui, hai visto dei cambiamenti, che sviluppi vedi per la città e gli Emirati alle porte dell’Expo 2020?

Maurizio Schepici: Dubai sta diventando un hub sempre più grande, sta accrescendo il numero di persone in maniera esponenziale e anche il caos cittadino ne risente con sempre più auto, mezzo indispensabile a Dubai viste le grandi distanze.

Roberto Scoppa: Tornando al tuo lavoro, che sviluppi vedi invece per te e il tuo team? nuovi progetti? prossime gare?

Maurizio Schepici: Vorrei riuscire a crescere sempre di più magari anche in altre categorie

Roberto Scoppa: Si dice che un pilota di motonautica può dichiarsi tale solo dopo il primo ribaltamento. Cosa ci racconti del tuo..? Sappiamo che nel team di soccorso che ti ha dato assistenza in quel particolare momento, c’era anche un certo Nico de Corato [NdA: Ceo-founder di DubaiBlog ma anche heli rescue diver con i Bergamo Scuba Angels]

Maurizio Schepici: È vero adesso posso definirmi un vero pilota, Nico può confermarti che sono uscito da solo come un’anguilla hahah

Roberto Scoppa: Nella vita privata come è Maurizio Schepici? Cosa ti piace fare? Sappiamo che sei un amante dei cani….

Maurizio Schepici: Si amo tantissimo tutti gli animali e anche la motonautica è un’altra mia passione

Roberto Scoppa: Quale è il consiglio migliore che Maurizio Schepici può dare a chi volesse avvicinarsi al mondo della motonautica?

Maurizio Schepici: Guarda, credimi, a questa domanda non saprei proprio cosa risponderti.

Ringraziamo Maurizio ancora per la sua disponibilità e aspettiamo di vederlo presto negli Emirati Arabi Uniti in occasione delle prossime gare.

Maurizio Schepici con Giorgio Starace

Maurizio Schepici con Giorgio Starace, allora ambasciatore italiano negli Emirati Arabi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *