La Polizia di Dubai utilizzerà i Google Glass

Non solo turismo, commercio, costruzioni futuristiche, lusso ed eventi mondani. Dubai si conferma all’avanguardia del palcoscenico mondiale anche per l’impiego pionieristico delle nuove tecnologie.

In contemporanea con la città di New York, il Corpo di Polizia di Dubai ha già iniziato a sperimentare l’utilizzo dei Google Glass, il dispositivo di realtà aumentata messo a punto da Google e ancora in fase di sviluppo e di test. Si tratta di un vero e proprio computer miniaturizzato a forma di occhiali con una montatura flessibile in grado di adattarsi a qualsiasi viso e dotato di display ad alta risoluzione per percepire i dettagli più minuti dell’immagine inquadrata. Per intenderci, è equivalente ad uno schermo ad alta definizione da 25 pollici da due metri di distanza ed è dotato di fotocamera e videocamera. L’audio a conduzione ossea incorporato nella montatura, la compatibilità con i protocolli wifi e bluetooth trasformano gli occhiali in un vero e proprio sistema di controllo e comunicazione che consente all’utilizzatore di estendere le proprie capacità visive e di accedere  in tempo reale ad una quantità di informazioni e di dati virtualmente  illimitata.

La divisione Smart Services della Polizia di Dubai, diretta dal Colonnello Khalid Nasser Al Razooqi, ha messo a punto un progetto pilota che si basa sull’impiego di due applicativi appositamente sviluppati.
Uno consente agli ufficiali di polizia di acquisire fotografie e filmati delle violazioni al Codice della Strada e di trasmetterli immediatamente alla banca dati centrale, l’altro consente di identificare le auto ricercate. A questo scopo basterà inquadrare la targa della vettura con i Google Glass.

Il software effettuerà la scansione e la confronterà  con le immagini presenti in archivio. In caso di identificazione positiva, trasmetterà tutti i dati e le informazioni memorizzate in Centrale e diramerà allarmi automatici alle pattuglie presenti in zona.

E’ facile prevedere che l’utilizzo di questa tecnologia si svilupperà ulteriormente dopo la prima fase di sperimentazione e di test.

Il Colonnello Al Razooqi,  dichiara che il Maggior Generale Khamis Mattar al Mazeina e il Tenente Generale Dahi Khalman Tamim, rispettivamente Comandante e Vicecomandante della Polizia di Dubai incoraggiano l’adozione di tecnologie innovative al fine di garantire al meglio  la sicurezza pubblica e migliorare continuamente la collaborazione con i cittadini, anche in vista dell’Expo 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *