Lingue parlate a Dubai e negli Emirati Arabi

Una delle prime domande che poste da chi cerca informazioni per una vacanza a Dubai, oppure per trovare lavoro e trasferirsi qui è: quale è la lingua parlata a Dubai e (in genere) negli Emirati Arabi

Ancora di più quando si tratta degli Emirati Arabi Uniti, una delle nazioni con la maggior aggregazione di gruppi etnici al mondo, ospitando più di 200 diverse nazionalità, una delle tante ragioni per cui il paese è così affascinante per turisti, viaggiatori, lavoratori ed imprese di ogni genere.

HH Sheikh Mohammed Bin Rashid Al Maktoum, attuale Primo ministro e vicepresidente degli Emirati Arabi Uniti nonché emiro di Dubai, ha sottolineato fortemente l’importanza dell’arabo come simbolo dell’identità nazionale, quindi nel marzo 2009 il governo ha deciso di autorizzare l’arabo come la lingua ufficiale in tutte le istituzioni ed entità federali.

Esiste anche un dialetto arabo emiratino, che  presenta le caratteristiche dell’arabo parlato nelle regioni della Penisola Arabica del Sud, e nel Golfo. La posizione geografica degli Emirati Arabi ha creato una ricca varietà di sfumature. Scavi archeologici hanno dimostrato che in quest’area erano insediate varie razze semitiche. Pertanto è facile individuare variazioni nel linguaggio muovendosi da una zona ad un’altra. Sebbene l’espansione degli ultimi 40 anni e il popolarsi delle aree urbane a discapito di quelle rurali abbia portato ad una diminuzione delle varianti dialettali locali, possiamo ancora individuare tre aree principali: Abu Dhabi, gli Emirati del Nord, la East Coast. Il libro Dialetto Emiratino (versione italiana di Spoken Emirati, in arabo Al Ramsa Al Emirati) rappresenta un utile strumento per iniziare a interagire con gli arabi del luogo.

Tuttavia, quando in un paese sono presenti tante diverse nazionalità, e doveroso scegliere un linguaggio comune per capirsi l’un l’altro. Essendo un ex protettorato britannico, tutti (a poche eccezioni, specialmente nelle zone rurali) parlano inglese, infatti risulta essere la lingua “ufficiale” nel campo degli affari e del commercio, utilizzata da tutti, cittadini (arabi e non solo) e visitatori, per qualsiasi tipo di comunicazione. La segnaletica, i cartelli e i documenti ufficiali sono in arabo e sempre accompagnati dalla traduzione in inglese, sono presenti inoltre numerosi giornali, radio e canali televisivi in lingua inglese.
Pertanto, per uno straniero che vuole lavorare e vivere negli Emirati Arabi, non è obbligatorio imparare la lingua araba, tuttavia, gli abitanti locali apprezzano particolarmente quando altri cercano di imparare la propria lingua, lo considerano un segno di apprezzamento e rispetto per la loro cultura e facilita l’integrazione quando si tratta di rapporti interpersonali e sociali con i locali.

Oltre all’Arabo e all’Inglese, l’hindi è una delle lingue più parlate a Dubai e in genere la madrelingua più diffusa. Seguita dall’urdu, la lingua nazionale del Pakistan e viene parlata anche da una grande percentuale di persone indiane, che siccome rappresentano la maggioranza della popolazione, è di fatto il linguaggio più parlato negli Emirati Arabi Uniti.

Visitando Dubai avrete modo di sentire regolarmente parlare Tagalog (filippino), Russo, Serbo e tante altre lingue.

Gli autori del libro Spoken Emirati Nico de Corato - Abdulla Al Kaabi - Hanan Al Fardan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *