L’oro nel cuore di Dubai

Tutte le zone ad economia prevalentemente mercantile, storicamente,  sorgono e si sviluppano vicino al mare o ad un fiume.

Dubai non fa eccezione. La costa, bagnata dall’oceano, è centro di importanti interessi sia commerciali che turistici. Una volta atterrati nella capitale araba del lusso, l’attenzione è subito attirata da alcune punte di diamante: il famoso hotel Burj Al Arab. Il primo e, ad oggi unico, hotel a 7 stelle lusso, che si eleva a pochi passi dalle bianchissime spiagge della città. Le stravaganti Palm Islands (Palm Jebe Ali, Palm Jumeirah, Palm Deira), tre mega isole artificiali a forma di palma. Lo spettacolare “The World”, un complesso di isole che riprodurranno, in scala, il mondo terrestre. Attualmente in costruzione, The world è già ambizione di molti… tasche permettendo!

Alle modernissime costruzioni concentrate soprattutto sulla costa, fanno eco le Abra, piccole imbarcazioni di legno che, con circa 1 dirham a persona, porta fino ad una trentina di passeggeri da Deira Dubai e Bur Dubai; i traghettatori del posto sono diventati un’attrazione turistica; veloce alternativa ai moderni ponti che si elevano sul fiume Creek, con quel fascino della tradizione che potremmo paragonare alle gondole veneziane, ma in versione “rustico-essential”.

Il fiume scorre per oltre 14 km ed è sempre stato un punto di focale importanza per gli scambi con i paesi limitrofi. La sua importanza è cresciuta esponenzialmente nel secolo scorso, quando sono state scoperte fonti d’ oro nero!

Per chi volesse vivere sul posto il fascino del fiume, non mancano mini crociere, pranzi e cene itineranti.

Oltre all’oro nero, non poteva mancare l’oro giallo.

Sulla sponda est del Creek, a Deira, parte vecchia della città, si respira l’aria della “città vecchia” , anche se in realtà stiamo parlando di poche decine di anni fa. Questa zone è il centro dei commerci.

Primo fra tutti il Gold Souk, uno dei più importanti mercati mondiali dell’oro; qui si possono acquistare, al dettaglio, oggetti di ogni tipo, dimensione e lavorazione in oro, perfino lingotti. La scelta è estremamente vasta, la qualità notevole e il prezzo piuttosto conveniente rispetto al mercato europeo; ad ogni modo è possibile accontentare tutte le tasche. Insomma un paradiso per il mondo femminile ed ottima meta per chi volesse fare alla propria donna un dono prezioso. Sarà il caso di ricordare che in questo paese è proibito baciarsi in pubblico, non si sa mai!

Ma non è tutto oro quel che luccica… può essere oro  anche ciò che è opaco!

Stiamo parlando del Souk delle spezie; un arcobaleno di odori, una sinfonia di colori, non c’è che dire non è esattamente come vedere cannella e frutta secca nei nostri supermercati e forse, dopo una visita al mercato, avrà un gusto più autentico assaporare le pietanze del posto e un piacere più ricco riproporle nei piatti nostrani una volta tornati a casa.

In queste zone le stradine sono strette e quasi ci si dimentica delle strade a sette corsie, spesso trafficate, della vicina zona moderna. Una caratteristica della zona che salta subito agli occhi: i negozi non temono la concorrenza, infatti sono monotematici, una tipologia per ogni via. E il prezzo non è fisso perché qui la contrattazione è una vera arte.

Nonostante le alte temperature di Dubai, vale la pena fare un salto anche nel Souk dei tessuti: un mercato dove potrete trovare dalle pashmine ai vestiti tradizionali, tutto in stile arabo, molto ricco e colorato.

Ci sono anche Souk dove vendono pesce freschissimo, ma, probabilmente, preferirete farvi coccolare in uno dei tantissimi ristoranti del posto, con la curiosità di scoprire gusti, odori e colori del Medio Oriente.

Prima di andar via, per chi è arrivato fin qui, varrà sicuramente la pena allungare lo sguardo verso alcune attrazioni storiche: la porta storica che dava accesso al primo Souk di Dubai, venendo dal lato della città vecchia; le “wind towers”, antiche costruzioni caratterizzate da una particolare architettura, che consente un sistema di refrigerazione degli ambienti interni, completamente naturale! Non dimenticate  il Fahidi Fort, ex sede del governo, la costruzione, risalente al 18esimo secolo, ospita il Dubai Museum, aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle  20.30.

Anki

One thought on “L’oro nel cuore di Dubai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *