PIL 2012 Dubai ed Emirati Arabi Uniti

L’economia degli Emirati Arabi Uniti, dopo la pausa moderatamente negativa del 2009, fortemente strumentalizzata dai media, ha ripreso a crescere a ritmo rapido, anche se inferiore a quello impetuoso del precedente quindicennio (crescita media annua superiore al 7%). Lo sviluppo straordinario degli Emirati Arabi Uniti è stato possibile in passato grazie alle risorse di petrolio e di gas (gli Emirati Arabi Uniti sono il quinto produttore mondiale, con le risorse però concentrate nella zona di Abu Dhabi), sebbene il contributo percentuale del settore petrolifero alla determinazione del PIL complessivo degli Emirati Arabi Uniti è sceso a circa un terzo, grazie soprattutto all’imponente crescita di Dubai, e alla spinta che il governo ha dato nella promozione di del commercio (incrementato del 17,1% grazie ai forti legami con i mercati emergenti), del turismo e delle strutture e infrastrutture logistiche.

A Dubai l’economia è in ripresa, con una crescita stimata per quest’anno attorno al 5% e che potrebbe toccare il 6% l’anno prossimo; a dichiararlo è il presidente della Camera di commercio e dell’industria di DUbai (Dcci), Abdul Rahman Al Ghurair.Pesa, invece, il rallentamento nei settori delle costruzioni e dell’immobiliare duramente colpiti dalla crisi finanziaria globale.

Si stima che il PIL degli Emirati Arabi possa toccare quota US$358 billion nel 2012, confermandosi la più forte potenza economica del mondo arabo, dopo l’Arabia Saudita (quota US$622 billion).
Gli Emirati Arabi contribuiranno per più di un quinto al PIL congiunto dei 6 Paesi del GCC (previsto essere circa US$1.46 trillion nel 2012, il più alto di sempre).

Stima del PIL dell’Arabia Saudita 2012: US$622 billion
Stima del PIL del Qatar 2012: US$197 billion
Stima del PIL del Kuwait 2012: US$181 billion
Stima del PIL del Oman 2012: US$77 billion
Stima del PIL del Bahrein 2012: US$26 billion

Un report dell’IMF and National Bank of Kuwait, ipotizzava una crescita del PIL degli Emirati Arabi Uniti del 2.4 per cento in 2012, mentre si stimava 3.8 per cento in Arabia Saudita e Kuwait, 3.4 per cento in Bahrain, 4.4 per cento in Oman and 9.8 per cento in Qatar. La crescita del PIL negli Emirati è stata di circa il doppio invece

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *