Ramadan e Mondiali Brasile 2014: Dilemma per i giocatori

 

ramadan-mondiali-Brasile-2014

Grosso dilemma per i giocatori di religione musulmana ai Mondiali di calcio in Brasile: domani sabato 28 giugno inizia infatti il Ramadan, il mese sacro, nel calendario islamico, che prevede tra l’altro il rituale digiuno. Un problema non indifferente in particolare per la Nazionale algerina, che proprio ieri si è qualificata agli ottavi di finale pareggiando 1-1 contro la Russia: dopo il gol, l’attaccante algerino, Islam Slimani, si è inginocchiato in campo, in segno di riverenza.

Un problema analogo dovrá affrontarlo anche la Nigeria (seconda classificata del gruppo F) e, in parte, la Francia, che ha almeno due atleti di fede musulmana. Secondo il capo dello staff medico della Fifa, Jiri Dvorak, i giocatori che fanno digiuno «non subiranno una riduzione del rendimento fisico» in gara. Di opinione opposta il centrocampista tedesco di origine turca, Mesut Ozil, secondo cui il consumo di acqua e alimenti è «indispensabile».

Alle Olimpiadi di Londra nel 2012, invece, tutti e quattro gli atleti islamici del team britannico non osservarono il digiuno al fine di essere più performanti. A questa Coppa del Mondo molti atleti saranno posti davanti alla scelta fra la loro fede e il mantenimento di prestazioni fisiche ottimali.

Uno studio del 2009 pubblicato sull’”International Journal of Sport Phisiology and Performance” in previsione delle Olimpiadi londinesi aveva sostenuto la tesi che la mancata assunzione regolare di alimenti e liquidi da parte degli atleti ha un’influenza negativa sulle loro prestazioni. La situazione in Brasile è anche ben peggiore di quella che fu nel 2012 a Londra, con temperature e tassi di umidità a livelli ben superiori. Con le 11 ore di luce in Brasile e la necessità di idratarsi costantemente, è probabile prevedere che alcuni atleti facciano  almeno qualche eccezione dalla regola.

ramadan-giocatori-algeria-mondiali-brasile-2014

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *