Riforma fiscale: novità per le imprese italiane negli Emirati Arabi Uniti

riforma-fiscale-novita-imprese-italiane-Emirati-Arabi-UnitiCi sono delle novità per le imprese italiane che operano negli Emirati Arabi Uniti. Con il decreto legislativo del 21 novembre 2014 n.175 nell’articolo 21 viene semplificato l’adempimento della comunicazione telematica all’Agenzia delle Entrate delle “operazioni black list: i dati delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi effettuate o ricevute, intercorse con operatori aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata, andranno trasmessi con cadenza annuale e soltanto se l’ammontare complessivo annuale supera il limite di 10mila euro (fino a oggi, l’obbligo era mensile o trimestrale e riguardava le operazioni di importo superiore a 500 euro). Le novità valgono già per l’anno in corso. Qui se volete leggere il decreto ufficiale http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/11/28/14G00190/sg.

Ricordiamo che gli Emirati Arabi Uniti sono uno di quei paesi inseriti nella black list: i paesi inseriti in tale lista hanno una fiscalità bassissima o nulla. Ci sono elenchi che suddividono questi Stati rispetto al tipo di agevolazioni che applicano o in base al tipo di sanzione applicabile agli stessi. Gli Emirati Arabi Uniti (come anche Bahrein) non sono considerati nella black list solo per operazioni nel settore petrolifero. Poi ci sono alcuni paesi dove le sanzioni black list si applicano solo ad alcune attività: Angola, Antigua, Costarica, Ecuador, Giamaica, Kenia, Panama, Portorico, Mauritius, Svizzera, Uruguay.

Ecco l’elenco completo dei paesi black list:

Alderney, Andorra, Anguila Olandesi, Aruba, Bahamas Barbados Barbuda, Belize, Bermuda, Brunei, Filippine, Gilbiterra, Gibuti, Grenada, Guatemala, Guernsey, Herm,Hong Kong, Isola di Man, Isole Cayman, Isole Cook, Isole Marshall, Isole Turks e Caicos, Isole Vergini britanniche, Isole Vergini Statunitensi, Jersey, Kiribati, Libano, Liberia, Liechtenstein, Lussemburgo, Macao, Maldive, Malesia, Montserrat, Nauru, Niue, Nuova Caledonia, Oman, Polinesia francese, Saint Kitts, Nevis, Salomone, Saint Lucia, Saint Vincent, Grenadine, Sant’Elena, Sark, Seychelles, Tonga, Tuvalu, Vanuatu

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *