Sigarette elettroniche, nuovo studio nel Regno Unito riapre discussione in UAE

Un nuovo studio sulle sigarette elettroniche nel Regno Unito ha riaperto di nuovo il dibattito su come questi dispositivi potrebbero essere utilizzati per aiutare migliaia di fumatori negli Emirati Arabi Uniti.

Le sigarette elettroniche vengono utilizzate per inalare vapore di nicotina, eliminando il bisogno di fumare tabacco ma è stata bandita l’ importazione e/o la vendita negli Emirati Arabi Uniti dal 2011 dal Ministero della Salute.

Le autorità sanitarie di tutto il mondo si sono rifiutate di sostenere questi dispositivi come aiuto farmaceutico per i fumatori per smettere di fumare tabacco, perché l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha avvertito che i prodotti chimici utilizzati nei prodotti possono essere pericolosi. Questo non ha fermato la loro ondata di popolarità, e il conseguente e crescente mercato nero di vendita dei prodotti.

Kevin Fenton, direttore della salute e del benessere in un ente governativo di sanità pubblica in Inghilterra, ha detto: “Le sigarette elettroniche non sono completamente privo di rischi, ma, se confrontato con il fumo, le prove dimostrano che arrecano una percentuale minore di danno.” “Questi apparecchi non possono essere ritenuti sicuri al 100 per cento ma in essi sono assenti la maggior parte delle sostanze chimiche del fumo che provocano le malattie e le sostanze chimiche presenti costituiscono un pericolo limitato. “Era già stato stimato che le sigarette elettroniche erano circa il 95 per cento più sicure del fumo. Le sostanze chimiche presenti nella maggior parte delle sigarette elettroniche non sono state associate con un rischio serio poiché si considera che il tabacco sia la principale causa delle malattie mortali.

Tuttavia gli esperti non sono convinti della loro sicurezza e dicono che gli effetti a lungo termine sui polmoni non sono noti.

Il dottor Konstantinos Farsalinos, ricercatore medico presso il Centro di Chirurgia Onassis ad Atene, in Grecia, ha detto che la mancanza di studi a lungo termine sugli effetti delle sigarette elettroniche non deve essere usata come scusa per vietarli. “Anche per i farmaci, gli studi clinici vengono eseguiti per mesi, sono fiducioso che possiamo aspettarci di vedere significativi benefici per la salute per i fumatori che passano dal tabacco all’uso della sigaretta elettronica “

Gli ultimi dati provenienti dagli Stati Uniti hanno mostrato livelli storicamente bassi del tabacco fumo connessi all’uso aumentato della sigaretta elettronica.

“Per paesi come gli Emirati Arabi Uniti, dove la presenza di fumatori è elevata, le sigarette elettroniche possono avere un enorme potenziale per ridurre le malattie legate al fumo“, ha aggiunto Farsalinos. “È importante che siano promosse per la popolazione in una campagna onesta e basata sulla scienza.”

Ma i medici negli Emirati Arabi Uniti sono riluttanti nel sostenere questa campagna.

Il dottor Naeem Tareen, capo di cardiologia presso l’American Heart Center a Dubai, ha detto che i loro livelli di nicotina potrebbero causare danni.”Il mio pensiero generale sulle sigarette elettroniche è estremamente negativo perché coagula il sangue”, ha detto. “ Addensa il sangue e può causare attacchi di cuore. La gente pensa che essi sono causati da blocchi, ma è avviene dove il sangue diventa più spesso e le sigarette elettroniche come quelle normali sono fattori di rischio. “Ogni tipo di tabacco provoca problemi, ma é anche la nicotina che provoca danni ed é sempre una dipendenza”.

Il Ministero della Sanità non ha voluto rilasciare opinioni o dichiarazioni ufficiali in merito alla discussione. sigarette elettroniche emirati arabi uniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *