Tesla a Dubai: espansione e nuovi posti di lavoro negli Emirati Arabi Uniti

Tesla, la casa automobilistica con sede in California, prevede di lanciare un nuovo piano di espansione a Dubai  e negli Emirati Arabi Uniti. Elon Musk sarà in questi giorni in visita a Dubai dove parteciperà in qualità di relatore al World Government Summit 2017 (WGS).

L’azienda, conosciuta per le sue performanti auto elettriche, in concomitanza con la visita del suo Ceo negli Emirati, ha postato sul suo sito ufficiale, alcune offerte di lavoro per tre posizioni in Dubai, tra cui un consulente di servizio, un responsabile del servizio, e un tecnico, tutti indizi di come si sta iniziando a sviluppare un centro servizi qui negli Emirati. É probabile che molti residenti non abbiano acquistato veicoli Tesla anche per la mancanza di assistenza nella regione, mentre altri hanno avuto problemi visto che avevano importato auto negli Emirati e non potevano ricevere assistenza. Infatti, l’anno scorso, i proprietari in possesso di veicoli negli Emirati hanno tenuto una riunione annuale e hanno fatto un appello per avere più servizi nella regione. Sembra che l’appello sia stato ascoltato.

Inoltre molti proprietari hanno ricevuto anche un invito per un evento ufficiale in programma Lunedí 13 febbraio presso l’Armani Hotel. Sicuramente non mancherà, come negli altri eventi, la presenza di Musk. Durante questo evento verranno resi noti i dettagli del piano di espansione per centri operativi, assistenza e vendita.

Il piano, in generale, prevede di creare una serie di centri operativi in Medio Oriente e Africa visto che per ora le operazioni sono concentrate negli Stati Uniti, Europa occidentale con alcuni uffici di rappresentanza in Giappone, Cina e Taiwan.

Storicamente, gli Emirati Arabi amano i veicoli con grandi motori, quindi per arrivare alla massa delle persone ci vorrà un po’ più di tempo, tuttavia si può trovare una minoranza di consumatori che credono fortemente nell’energia pulita, e saranno sicuramente dei clienti fedeli di Tesla.

Tesla potrà crescere, anche se lentamente, come la consapevolezza di dover assicurare un futuro più sostenibile in materia di energia pulita. La società americana potrà sfruttare la nuova Vision 2021 del governo emiratino che spinge il suo programma verso tecnologia e sostenibilità.

Dubai rappresenta il simbolo del Medio Oriente ed é un logico punto di partenza anche per la sua posizione centrale tra vari mercati. Se riusciranno ad avere successo in uno dei più grandi paesi produttori di petrolio, dove il gas è a buon mercato, allora significa che la loro proposta é veramente qualcosa di convincente e innovativa.

Gli Emirati è solo uno dei molti nuovi mercati in cui Tesla prevede di espandere nel 2017 in vista del lancio del modello 3. Tesla recentemente ha lanciato in Portogallo, Taiwan , Corea del Sud e Nuova Zelanda.

Elon Musk è famoso per i suoi obiettivi impossibili per ridurre il riscaldamento globale e istituire una colonia umana su Marte. É fondatore anche di SpaceX, un produttore di razzi e veicoli spaziali; e co-fondatore e presidente di SolarCity, una società di energia solare.

Ultimamente è stato oggetto di forti critiche per la sua non posizione sul consiglio consultivo economico del presidente Donald Trump, viste le nuove politiche e le prese di posizione contrarie del presidente degli Stati Uniti. Musk ha confermato che non si dimetterà e che si impegnerà affinché ci sia una maggiore attenzione sul tema. tesla auto evento emirati lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *