Turismo a Dubai: il piano di sviluppo di Hatta

Il turismo a Dubai si rafforza grazie ad una nuovo sviluppo. Un piano voluto da HH Sheikh Mohammed bin Rashid del valore di Dh1.3 miliardi per trasformare la città di Hatta in una destinazione turistica di livello mondiale.

Il piano include la creazione di centinaia di case, aree verdi per gli sport invernali e circuiti di montagna e anche un festival culturale con la possibilità di creare svariati posti di lavoro. HH Sheikh Mohammed bin Rashid, governatore di Dubai ha sottolineato l’importanza di utilizzare al meglio le risorse naturali per ampliare l’economia salvaguardando l’ambiente, e del ruolo importante svolto dai giovani per lo sviluppo del futuro. “Noi li sosteniamo per fare in modo che liberino la loro energia positiva e li aiutiamo ad identificare le opportunità di accesso al mercato del lavoro attraverso percorsi non convenzionali, soprattutto in materia di imprenditorialità”, ha detto.

Il progetto si concentrerà sull’economia, sui servizi turistici e sportivi, istruzione e sulla cultura: una centrale idroelettrica, la prima del suo genere in tutto il GCC, sarà costruita per utilizzare l’acqua immagazzinata nelle montagne di Hajjar, accanto ad Al Hattawi Dam. Verrano azionate turbine ad energia solare che pomperanno l’acqua da un serbatoio inferiore a uno superiore con una generazione di energia elettrica per la griglia di Dewa. Si prevede di arrivare a produrre 250 megawatt.

Il progetto creerà più di 2.000 posti di lavoro e 200 le posizioni amministrative e tecniche permanenti dopo che é il piano sarà finito, ha detto Saeed Al Tayer, direttore generale e amministratore delegato di Dewa. Altri 300 posti di lavoro saranno creati per i servizi ai visitatori, il centro turistico, gli alloggi e gli altri servizi.

Nel corso dei prossimi due anni, 400 case saranno costruite in Hatta, un enclave di Dubai, insieme con l’innesto di alberi locali per migliorare la qualità dell’aria.

Il turismo sportivo sarà promosso attraverso lo sviluppo di aree verdi per campi e impianti sportivi, tra cui un circuito di mountain bike che potrà ospitare gare internazionali.

I funzionari lavoreranno con archeologi e restauratori per preservare il patrimonio di Hatta, ripristinare le sue rovine e ristrutturare case agricole per fornire un alloggio ai visitatori. Sono siti storici che risalgono alla seconda metà del III millennio a.C.

Inoltre i giovani sono incoraggiati a proporre idee, iniziative ed iniziare imprese e saranno fornite borse di studio ai giovani di Hatta, in particolare nel settore agricolo e servizi veterinari, per aiutarli a sviluppare la comunità locale. Sarà anche istituito un campo di salute e un Hatta Festival, un evento culturale annuale.

Nicholas Campos, direttore di Hatta Fort Hotel, ha detto che il piano sarebbe “portare Hatta nella mappa del turismo mondiale. Il luogo ha un enorme potenziale e può diventare una delle migliori località turistiche del mondo”, ha detto il signor Campos, 52 anni, canadese che vive in Hatta da più di due anni. L’intero piano è molto impressionante e cambierà la vita delle persone qui.”

All’evento di lancio era presente anche HH  Sheikh Hamdan bin Mohammed, principe ereditario di Dubai e altri notabili.

Tutte le organizzazioni governative di Dubai tra cui il Comune, Dewa, le autorità di trasporto e Il Dubai Sports Council si sono impegnati ufficialmente nel fare la propria parte per aiutare lo sviluppo di quest’area dalle enormi potenzialità turistiche e naturalistiche. turismo dubai piano sviluppo hatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *