Turismo low cost: gli Emirati Arabi Uniti accettano la sfida

turismo-low-cost-Emirati-Arabi-UnitiSappiamo come gli Emirati Arabi Uniti hanno la passione per marchi di lusso e lo sfarzo, ma il panorama alberghiero sta cominciando progressivamente  a cambiare e a diversificarsi. Gli hotel a basso costo (3stelle) ancora formano una minoranza in tutta la regione ma essi costituiscono una parte importante per le agenzie di turismo di Dubai e Abu Dhabi per soddisfare tutti i tipi di visitatori. Dubai, da parte sua, ha bisogno di piú alberghi di fascia economica per soddisfare i 20 milioni di visitatori attesi nel 2020, anno dell’Expo nella città. Il tasso di crescita annuo di alberghi economici è ancora troppo basso Dei 86 alberghi e 25.000 camere che sono in costruzione a Dubai, otto sono nella fascia di categoria intermedia e categoria medio-alta e rappresentano circa 2.500 camere. In Abu Dhabi, le 8242 camere a partire dai 27 alberghi che sono in varie fasi di costruzione, solo due sono di categoria intermedia, pari a 651 camere. Il numero di alberghi economici a Dubai è destinato a crescere del 2,9 per cento quest’anno, rispetto all’anno precedente.

Tra il 2009 e il 2010, durante la crisi economica globale, l’economia degli hotel a Dubai è cresciuta del 7 per cento annuo nel 2009 e del 28 per cento nel 2010. Si stanno costruendo 192 camere d’albergo a tre stelle su Al Mina Road a Jumeirah.  “The Palm, che è una destinazione lusso, ha un buon numero di proprietà a cinque stelle di varie catene alberghiere internazionali e ci proponiamo di offrire una scelta adatta anche per un altro tipo di viaggiatori che desiderano soggiornare in questa posizione”, ha detto Sumair Tariq, la direttore gestionale di R Hotels. Sarà rivolto a turisti, famiglie e uomini d’affari provenienti dalla regione del Golfo Persico e l’Europa. L’agenzia del turismo di Dubai lo scorso anno ha aggiornato il sistema di classificazione  delle stelle, che era in vigore dal 1998. Il nuovo sistema prevede un rating “budget” 1-5 stelle. Oltre a questo, gli alberghi possono specificare se sono strutture nel deserto, per affari o sulla spiaggia. Il numero di stelle è basata sui servizi disponibili. Ad esempio, un hotel deve avere una piscina e strutture per banchetti per essere classificato come un cinque stelle. La maggior parte degli alberghi, compresi quelli di fascia media, hanno tali servizi. Ma le tariffe variano a seconda del lusso. Il nuovo hotel Four Seasons a Jumeirah Beach Road ha tariffe a partire da Dh2,200 per camera il giorno di Natale, mentre le camere partono Dh291.67 a tre stelle Premier Inn Dubai Silicon Oasis. Il governo di Dubai a gennaio  ha esentato i nuovi tre e quattro stelle che aprono i battenti prima di giugno 2017 dal 10 per cento della tassa di municipalità. Ha inoltre stanziato ulteriori incentivi per sviluppare tre e quattro stelle. Sotto la nuova sentenza, il processo di pre-approvazione per costruire alberghi è di due mesi invece che sei. Dubai Holding ha individuato attraverso i suoi parchi commerciali Tecom e distretti di Dubai Properties Group quaranta alberghi con un totale di 7.500 a 8.500 camere che dovrebbero essere costruiti a breve.

Gli operatori delle casa vacanze di Dubai si aspettano di avere le loro licenze entro giugno, secondo una sentenza da parte del Dipartimento del Turismo di Dubai. Tale sistemazione sarà adatta alle famiglie e dà un’alternativa valida e confortevole alle costose camere di hotel di lusso poichè sono sempre in una posizione privilegiata, come Palm Jumeirah. Insomma il turismo low cost è pronto a sbarcare anche a Dubai e negli Emirati Arabi Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *