Uno dei più grandi viaggiatori della storia: Ibn Battuta

Uno dei più grandi viaggiatori della storia: Ibn BattutaAbu Abdullah Muhammad Ibn Abdullah Al Lawati Al Tanji Ibn Battuta, meglio conosciuto come Ibn Battuta è considerato il più importante viaggiatore arabo mai esistito (Tangeri 1304 – Fez 1369). Nel 1325, ad appena 21 anni, il giovane Ibn cominciò il suo “viaggio”, spinto dal proposito di completare il tradizionale pellegrinaggio alla Mecca, la città santa dell’Islam. Animato da un grande spirito d’avventura e da un’insaziabile curiosità, Ibn Battuta visitò in circa 30 anni tutto il mondo musulmano allora conosciuto dall’Africa settentrionale all’India, spingendosi perfino nella Russia meridionale e fino alla Malesia e alla Cina, incontrando migliaia di persone e prendendo nota dei loro usi e costumi.

Al suo ritorno in Marocco agli inizi del 1350, Ibn Battuta raccontò gli anni della sua vita errante al poeta andaluso Ibn Juzayy che, su richiesta del sultano del Marocco Abu Inan Faris, trascrisse la storia del temerario esploratore marocchino, le sue memorie di viaggio, le sue osservazioni, i suoi ricordi, scrivendo così uno dei libri più famosi della letteratura araba medioevale. Il giovane scriba diede al racconto un titolo molto lungo traducibile come “Un dono di gran pregio per chi vuol gettar lo sguardo su città inconsuete e peripli d’incanto”, titolo poi sostituito con “Rihla” (in arabo: ﺭﺣﻠـة), che significa “Viaggio“.

Le avventure di Ibn Battuta offrono un affresco straordinario della vita, delle usanze locali, della religione, dei commerci dei luoghi visitati nel suo lungo peregrinare oltre ad essere il resoconto di un viaggio straordinario che “lo porta – così egli dirà – più lontano di chiunque”. Oltre ad essere il titolo con cui l’interessante opera divenne nota, Rihla divenne anche un genere letterario molto apprezzato in Nord Africa tra il XII e XIV secolo, “le cronache di viaggio” appunto, dove i racconti di viaggio si mescolano alle notizie geografiche, alle informazioni di storia politica e storia del costume, e naturalmente, alle osservazioni del viaggiatore.

Uno dei più grandi viaggiatori della storia: Ibn Battuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *