In pensione a 64 anni nel 2024: ecco per quali categorie di lavoratori e con quali requisiti

Nel 2024 molti lavoratori potranno andare in pensione ad appena 64 anni. Vediamo insieme chi sono i fortunati.

Se sei nato in questo particolare anno, potresti già andare in pensione. Alcune categorie di lavoratori, infatti, possono accedere alla pensione prima di altri. Ma di chi stiamo parlando, nello specifico? Vediamo tutti i dettagli da conoscere.

Pensione a 64 anni
Nel 2024 puoi andare in pensione a 64 anni – Dubaiblog.it

Come sappiamo, per accedere alla pensione di vecchiaia ordinaria è necessario avere 67 anni di età oltreché almeno 20 anni di contributi. Inoltre possono andare in pensione coloro che, nel 2024, raggiungono 42 anni e 10 mesi di contributi poiché la legge Fornero prevede anche una pensione anticipata ordinaria che tiene conto unicamente degli anni di contribuzione.

Pensione: ecco chi può andarci a 64 anni

Eppure anche chi è nato nel 1960 potrebbe riuscire ad andare in pensione già quest’anno. I nati nel 1960, nel 2024, compiono 64 anni. Dunque, secondo i parametri della legge Fornero, dovrebbero restare a lavorare almeno altri tre anni. Non per tutti, però, è così. In presenza di determinati requisiti, infatti, si può andare in pensione già a 64 anni.

Come andare in pensione a 64 anni
Puoi sfruttare diverse misure per accedere alla pensione a 64 anni – Dubaiblog.it

Se sei nato nel 1960 potresti accedere alla pensione già quest’anno invece di aspettare altri tre anni come stabilito dalla legge Fornero. Vediamo chi sono i fortunati che possono smettere di lavorare ad appena 64 anni.

I lavoratori contributivi puri – cioè coloro che hanno iniziato a versare i contributi a partire dal 1996 in avanti- possono andare in pensione già a 64 anni e con solo 20 anni di contributi. Però per fruire di questa opzione è necessario che l’assegno previdenziale maturato raggiunga certe soglie minime. Tali soglie, nel 2024, corrispondono a:

  • 3 volte l’importo dell’Assegno sociale per gli uomini e le donne senza figli;
  • 2,8 volte l’importo dell’Assegno sociale per le donne con un solo figlio;
  • 2,6 volte per le donne con almeno 2 figli.

Se non raggiungi tali soglie minime, non disperare: puoi comunque beneficiare di altre misure per andare in pensione a 64 anni. La prima, come abbiamo visto, è la pensione anticipata ordinaria. Con questa misura non conta l’età ma contano solo i contributi che devono essere almeno 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne.

Potresti sfruttare anche Quota 41. Anche in questo caso non conta l’età anagrafica ma si tiene conto solo dei contributi che devono essere almeno 41 anni. Tuttavia Quota 41 si rivolge solo a chi ha almeno un anno di contributi effettivi versati prima di aver compiuto 19 anni. Non solo, per fruire di questa misura di prepensionamento devi appartenere ad una di queste categorie: lavoratori con invalidità pari o superiore al 74%, disoccupati che non ricevono più la Naspi da almeno 3 mesi, addetti ai lavori usuranti.

Infine puoi anche sfruttare Ape sociale che prevede il pensionamento a 63 anni e 5 mesi con almeno 30 anni di contributi. Anche questa misura, però, si rivolge solo ad una platea ristretta: caregiver da almeno 6 mesi, invalidi almeno al 74%, disoccupati o addetti a lavori usuranti. Per questi ultimi il requisito contributivo non è di 30 anni ma di 36.

Impostazioni privacy