Assicurazione sanitaria a Dubai

assicurazione sanitaria  a dubaiL’assicurazione sanitaria è una delle principali preoccupazioni per chi si deve trasferire o vive a Dubai. Recentemente è stata emanata una nuova legge che rende obbligatoria l’assicurazione per tutti gli expat che vivono negli Emirati Arabi.

Lo schema di riforma di Dubai è simile in Qatar. Il modello Dubai sembra trovare un buon equilibrio tra gli incentivi di efficienza e equità. Diventerà quindi obbligatorio, nel giro di un anno, estendere l’assicurazione a tutti i dipendenti di società o aziende – per le aziende con più di 1000 dipendenti è già obbligatorio, per quelle tra i 100 e i 999 dipendenti lo diventerà dal 31 luglio 2015, mentre per quelle con meno di 100 dipendenti dal 30 giugno 2016-. Se le aziende non riescono a rispettare le regole, potrebbero essere applicate multe comprese tra DH50 e Dh500,000. La Dubai Health Authority ha annunciato che non saranno rilasciati o rinnovati visti per i lavoratori i cui datori di lavoro non hanno pagato l’assicurazione. “Siamo lieti di vedere che molte aziende hanno già adempiuto prima del tempo e incoraggiamo tutti coloro che non lo hanno fatto, a farlo prima della scadenza”, ha detto Humaid Al Qatami, presidente del DHA. Il costo di un pacchetto assicurativo completo può variare rispetto alle esigenze, all’età e alla compagnia scelta: una abbastanza buona può costare intorno alle 5000 aed annuali. Di recente sono stati introdotti anche pacchetti low cost minimi sia per individui che per famiglie, che coprono l’essenziale e che partono anche da 500-700 aed a persona. Se scegliete questa strada, accertatevi però di avere una copertura adeguata in caso di “inpatient treatment”, ovvero in caso di trattamenti medici che richiedono il ricovero (operazioni chirurgiche) perchè in questo caso le spese ospedaliere possono essere molto alte. Inoltre cercate di includere anche la copertura per la maternità poiché anche le spese per il parto, qui a Dubai, sono elevate. Il rimborso è diretto e immediato se la vostra assicurazione ha la convenzione con il centro medico scelto altrimenti dovrete anticipare il costo delle visite; poi compilati gli appositi moduli, i soldi vi verranno rimborsati dall’assicurazione.

Infine occorre considerare altri due fattori importanti: la copertura per le condizioni croniche (senza una cura definitiva) e per le malattie più gravi. Bisogna poi valutare l’area geografica di copertura, se internazionale o relativa solo al Medio Oriente, e anche quale sia il massimale che l’assicuratore rimborsa in un anno, chiamato “annual limit”. Considerate che alcune compagnie possono non rinnovare il contratto se ritengono di avere sostenuto costi eccessivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *