Innovazione a Dubai: il primo grattacielo in stampa 3D al mondo

Dubai e gli Emirati Arabi Uniti potrebbero presto avere il primo grattacielo stampato in 3D al mondo. Dopo il primo edificio, il governo di Dubai ampia i suoi progetti e in collaborazione con la start-up americana Cazza, é deciso a costruire il primo grattacielo al mondo con la stampa 3D.

La start-up di architettura Cazza Construction sta lavorando già da tempo con il governo di Dubai per implementare sistemi di stampa 3D in cemento. Erano state create le palme auto ricarica telefono situate in spiaggia ma anche un edificio completamente costruito con stampa 3D.  

Ma ora si punta ad un qualcosa di più. La società statunitense Cazza Construction ha ricevuto un’altra chiamata da parte delle autorità di Dubai essendo specializzata nella stampa 3D in calcestruzzo a Silicon Valley . La società afferma che può  stampare una casa in 3D in meno di 24 ore e anche se allo stato attuale, non si conosce molto sulle modalità e tecniche di stampa e sui macchinari e processi utilizzati da Cazza. “Il governo degli Emirati Arabi Uniti ha cercato in tutto il mondo, aziende per conoscere le tecnologie che coinvolgono l’automazione per la costruzione con la stampa 3D e fra tutti i gruppi che hanno visto sono rimasti affascinati dalle capacità delle nostre macchine.” ha detto un giovanissimo  Chris Kelsey Ceo di  Cazza Construction.

Kelsey e il collega e co-fondatore Fernando De Los Rios sono positivi ed entusiasti circa l’incredibile impatto che avranno le loro attrezzature nella produzione additiva nel settore edile.  “Le capacità delle nostre macchine consentono una riduzione del costo del lavoro fino al 90%, oltre a permettere di costruire rapidamente case ed edifici”, ha affermato Kelsey.

Si stima che con questa nuova tecnologia di costruzione, si ottengano i i seguenti vantaggi:

  • Il tempo di produzione è ridotto dal 50 al 70 per cento
  • Il costo del lavoro è ridotto del 50 al 80 per cento
  • rifiuto da costruzione è ridotto dal 30 al 60 per cento

Non a caso l’edificio costruito qualche mese fa a Dubai di 2.000 metri quadrati è stato stampato in 3D in solo 17 giorni e possiede tutti i confort integrati nel design, elettricità, acqua, telecomunicazioni e ovviamente la indispensabile aria condizionata.

Ora l’azienda promette che sarà in grado di stampare grattacieli in 3D utilizzando una nuova tecnica di costruzione, chiamata ‘Crane Printing’.

Il Ceo di Cazza, Chris Kelsey, ha dichiarato: “Quando abbiamo pensato di implementare tecnologie di stampa 3D, pensavamo sempre a case ed edifici bassi. Gli sviluppatori, però, cominciavano a chiedere anche se era possibile costruire un grattacielo in 3D, questo ci ha portato ad iniziare la ricerca su come potevamo adattare le nostre tecnologie e macchine per strutture più alte”. “Attraverso le nostre tecnologie, saremo in grado di costruire edifici architettonicamente complessi a velocità mai viste prima. Si tratta solo di economie di scala in cui i costi iniziali tecnologici saranno ridotti appena si entrerà nella fase di produzione di massa”, ha aggiunto Kelsey.

Il nuovo processo di stampa, studiato per i grattacieli, comprende tutti i principali componenti strutturali necessarie per edifici alti, tra cui il rinforzo con armature in acciaio.

Verranno utilizzate delle gru. Fernando De Los Rios, chief operating officer di Cazza, ha aggiunto: “Il sistema di stampa delle gru può essere facilmente adottato con le gru esistenti, il che significa che non c’è bisogno di costruire gru da zero. Stiamo aggiungendo nuove funzionalità per renderlo adattabile alle alte velocità del vento insieme con l’uso del nostro sistema di lisciatura”.

Cazza è noto per la produzione di un sistema di costruzione di stampa 3D che combina l’uso di robot di stampa 3D mobili con metodi di costruzione esistenti per rendere i processi di costruzione più veloci, economici e rispettosi dell’ambiente.

Cazza ha già ricevuto numerose offerte d’investimenti da aziende globali.

Recentemente hanno ricevuto un $ 38.6 milioni (AED142m) da uno sviluppatore arabo. L’azienda é aperta agli investimenti con partner giusti.

“Noi crediamo e ammiriamo la visione lungimirante di HH Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum e faremo tutto il possibile per portare ulteriori innovazioni. Siamo venuti qui per cambiare il mondo, e questo è esattamente quello che stiamo facendo “, ha detto Kelsey.

Alla fine dello scorso anno, il governo di Dubai aveva annunciato la sua strategia di stampa 3D, con lo scopo di creare il 25 per cento degli edifici della città con tecnologia di stampa 3D entro il 2030.  Tutti gli edifici, da costruire in futuro dal ministero negli Emirati Arabi Uniti, saranno stampati in 3D in linea con l’agenda nazionale del paese e la visione UAE 2021.

Il ministero ha detto che organizzerà anche oltre 20 workshop e lancerà altre iniziative per sostenere lo sviluppo delle infrastrutture del paese e promuovere lo sviluppo sostenibile.

Utilizzando la tecnologia di stampa 3D si taglieranno i costi di costruzione del 80 per cento, andando a risparmiare fino al 70 per cento del tempo necessario, e il 50 per cento della manodopera necessaria. innovazione dubai primo grattacielo 3d mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *