Ordine d’arrivo del Gran Premio d’Australia di Formula 1

1. Button McLaren-Mercedes 1h34:09.565
2. Vettel Red Bull-Renault + 2.100
3. Hamilton McLaren-Mercedes + 4.000
4. Webber Red Bull-Renault + 4.500
5. Alonso Ferrari + 21.500
6. Kobayashi Sauber-Ferrari + 36.700
7. Raikkonen Lotus-Renault + 38.000
8. Perez Sauber-Ferrari + 39.400
9. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari + 39.500
10. Di Resta Force India-Mercedes + 39.700
11. Vergne Toro Rosso-Ferrari + 39.800
12. Rosberg Mercedes + 57.600
13. Maldonado Williams-Renault + 1 lap
14. Glock Marussia-Cosworth + 1 lap
15. Pic Marussia-Cosworth + 2 laps
16. Senna Williams-Renault + 4 laps

Ordine d'arrivo del Gran Premio d'Australia di Formula 1 Jenson Button del team McLaren conquista per la terza volta l’Albert Park di Melbourne, scavalcando al via il rivale numero 1, il compagno di squadra Lewis Hamilton, rendendo vana la sua pole e centrando la 13esima vittoria in carriera. La Red Bull, però, non è affatto lontana e il campione del mondo in carica Sebastian Vettel, aiutato anche da un pizzico di fortuna per una safety car a lui favorevole, si prende la piazza d’onore e 18 preziosissimi punti. Fernando Alonso, con la sua grinta e il suo temperamento unico, dà il massimo e tira fuori tutto dalla sua Ferrari, riuscendo a portare la Rossa dalla dodicesima alla quinta posizione finale, un risultato che pochissimi avrebbero pronosticato dopo le disastrose qualifiche di ieri, che avevano allarmato più di un tifoso tra i milioni di sostenitori della Ferrari. L’altro pilota della Ferrari Felipe Massa, costretto al ritiro, insieme a Bruno Senna (Williams) per le conseguenze di un contatto nelle fasi finali. Felipe Massa ha sofferto con le gomme e non è mai stato in partita.

Secondo round già domenica prossima: sveglia più comoda, alle ore 10, per il Gran Premio della Malesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *