Donna americana uccisa a coltellate in un centro commerciale di Abu Dhabi

Donna-americana-uccisa-coltellate-centro commerciale-Abu Dhabi Una donna americana è stata uccisa a coltellate in un centro commerciale di Abu Dhabi. Non è riuscita a resistere alle lesioni mortali a seguito di una lotta (secondo i testimoni) con il suo presunto killer in un bagno pubblico del centro commerciale di Reem Island ad Abu Dhabi. La 37enne vittima era un’insegnante di scuola. Ancora ignote le cause. Il killer era fuggito subito dopo l’agguato. Secondo la ricostruzione dei fatti, la donna era andata in bagno e il killer, nascondendo il coltello dentro una rivista, l’ha seguita e uccisa dopo un’accesa colluttazione, poi subito è fuggito.

La Polizia di Abu Dhabi ha caricato il filmato CCTV del sospetto su YouTube che mostra l’aggressore, il cui genere è ancora da identificare, e che è stata soprannominata la ‘Reem Island Ghost‘, in fuga dopo l’omicidio con indosso un ‘abaya’, guanti neri e il velo che copre faccia conosciuto come ‘niqab ‘. Grazie a questo breve filmato la Polizia é riuscita a risalire al presunto killer. Il Tenente Generale Sheikh Saif bin Zayed Al Nahyan, Vice Primo Ministro e Ministro degli Interni, infatti poche ore fa ha annunciato l’arresto con successo dell’assassino. Sheikh Saif ha detto in una conferenza stampa che l’indagato aveva cercato anche di piazzare una bomba artigianale di fronte alla casa di un medico americano. Sheikh Saif ha avvertito che ci saranno sanzioni dissuasive molto severe per chi cerca di manomettere la sicurezza degli Emirati Arabi Uniti. Intanto l’insegnante americana lascia due figli gemelli, la polizia comunitaria fornirá ai bambini piena assistenza con alloggio e altre necessità in attesa dell’arrivo del padre (ex marito della vittima) dall’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *