Dubai Water Canal: Dubai diventa come Manhattan

Il Dubai Water Canal, inaugurato il 9 Novembre 2016, é la nuova imponente opera pubblica commissionata dal governo della città per rendere il centro di Dubai, dove è situato il cuore finanziario della città oltre al famosissimo Burj Khalifa, un’isola da poter circumnavigare.

Prodea Group, azienda italiana già leader del settore dei grandi eventi, ha ideato, progettato e realizzato il Grand Opening Ceremony. Un grandissimo evento, il più importante del 2016, per la città capitale dell’Emirato, crocevia della finanza islamica e avanguardia architettonica di tutto il mondo anche occidentale. Un vero e proprio Big Show che ha offerto un condensato di stile, architettura, colori e bellezza ma anche di tecnologia, creatività, capacità produttiva e organizzativa.

Dubai Water Canal é un progetto rivoluzionario perché cambia in modo sostanziale la topografia rendendo più simile la downtown ad una vera e propria Manhattan.

Mattar Al Tayer, direttore generale e presidente del Consiglio di amministrazione della RTA, ha dichiarato: “Il Canale di Dubai è una delle idee illuminanti di HH Sheikh Mohammed che aggiunge nuovi opzioni di svago al turista e che offre un nuovo stile di vita a Dubai. Qui si é molto attenti a favorire idee creative e rivoluzionarie che possono aprire nuovi concetti per la felicità e il benessere delle persone.”

Il Dubai Water Canal è un’opera a basso impatto ambientale composta da tre zone distinte: il canale, lungo 2,9 chilometri che collega la Business Bay al Golfo Persico, la rete verde che collega Safa Park attraverso il nuovo Jumeirah Beach Park e lo spazio pubblico che si arricchirà di attività di ristoro, di intrattenimento, di piste ciclabili, che si estenderanno per 12Km, di spazi per il jogging, a cui sono dedicati 3 km.

L’annuncio dei lavori per la costruzione del Dubai Water Canal è avvenuto il 2 Ottobre 2013. Successivamente nel 2014 sono iniziati gli scavi. Per la realizzazione del canale, lungo 12 Km e largo dagli 80 ai 120 metri, sono stati estratti 3 milioni di metri cubi di sabbia e sono state impiegate 150mila tonnellate di cemento e 25mila tonnellate di acciaio. L’opera è stata realizzata grazie al lavoro di 4650 uomini che hanno lavorato per 20 milioni di ore. L’intera lunghezza del canale ha cinque ponti pedonali, tre dei quali collegano entrambi i lati del canale con caratteristiche estetiche uniche e fondamentali per la nuova viabilità.  I tre ponti salgono 8,5 metri sopra l’acqua.  Tutti i ponti sono dotati di ascensori e scale mobili elettriche su entrambi i lati. Dal punto di vista ambientale, il canale migliorerà la qualità delle acque di tutto il corso d’acqua (Creek, Business Bay e il canale di acqua) del 33 per cento, il canale modererà la temperatura come l’acqua del canale artificiale in Corea.

Dal punto di vista turistico, il canale con le sue caratteristiche di ingegneria e architettura fungerà da polo turistico che aumenterà il profilo di Dubai come destinazione turistica. La nuova area si prevede di attirare più di 30 milioni di visitatori all’anno con servizi di transito marino del RTA.

Dal punto di vista economico, il canale aumenterà la competitività di Dubai per attrarre eventi e convegni, grazie ad un’eccellente infrastruttura. Essa consentirà inoltre di migliorare l’attività turistiche e commerciali su entrambe le rive del canale così come le zone circostanti. Si rivaluteranno e si rilanceranno aumentando di almeno il doppio il valore, tutte le zone e proprietà adiacenti al canale. Il canale rafforzerà anche il ruolo del trasporto marittimo a sostegno delle attività turistiche, commerciali e residenziali all’interno dell’area di progetto. Si collegherà l’area con altre comunità marine e progetti a Dubai. L’utenza di modalità di transito marino nel canale dovrebbe superare un milione all’anno fino al 2020, e il numero è destinato a passare a quattro milioni entro il 2030.

Portata a conclusione in poco più di due anni quest’opera, va ad aggiungersi alla già lunga lista di imponenti e avveniristici progetti che hanno contribuito a far conoscere Dubai nel mondo: Il Burj al-Arab, l’unico albergo al mondo ad avere 7 stelle a forma di vela e diventato l’icona di Dubai, le Palm Island, le penisole artificiali a forma di palma, così come il lussuosissimo Burj Kalifa, che dall’alto dei suoi 828 metri è la costruzione più alta al mondo.dubai canale progetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *