La lingua araba (storia e origine)

La lingua araba è una lingua che si scrive e si legge da destra a sinistra ed è conosciuta da quasi un miliardo di persone grazie alla grande diffusione del Corano, il libro sacro dell’Islam.

I paesi che parlano ufficialmente l’arabo sono: Algeria, Arabia Saudita, Bahrain, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Gibuti, Giordania, Iraq, Kuwait, Libano, Libia, Marocco, Mauritania, Oman, Palestina, Qatar, Siria, Somalia, Sudan, Tunisia, Yemen,.

Origini

L’arabo standard moderno appartiene alla famiglia della lingua semitica. Le lingue semitiche hanno un passato storico che risale a migliaia di anni fa e l’arabo è considerato uno dei più ampi registri di documenti appartenenti ad un gruppo linguistico umano.

Storia

Ci sono tre distinte forme dell’arabo: Arabo classico, Arabo Standard Moderno (MSA) o formale e Arabo colloquiale o parlato: L’arabo classico è la forma dell’arabo letteralmente trovato nel Corano. Così l’arabo classico è innanzitutto imparato per leggere e recitare testi religiosi islamici. In genere per capire la relazione tra arabo standard moderno e arabo parlato è importante capire il concetto di “diglossia“. Oltre all’arabo, un esempio di diglossia può essere trovato nella coesistenza del latino scritto con le lingue romanze parlate, francese, italiano e spagnolo.

Mentre l’arabo standard moderno è la forma definitiva dell’arabo scritto, esistono molti dialetti arabi. L’arabo standard moderno fornisce una forma universale della lingua che può essere capita da tutti ed è utilizzata dalle trasmissione radiofoniche e televisive, poesie e nelle conversazioni tra interlocutori di dialetti differenti.

I dialetti dell’arabo colloquiale sono generalmente lingue parlate. Gli arabi utilizzano il linguaggio colloquiale nei dialoghi quotidiani ma quando si ritrovano in una situazione di grande formalità, ricorrono all’arabo standard moderno. A differenza dell’arabo standard moderno che è uniforme in tutti i paesi arabi, l’arabo dialettale è soggetto a variazioni regionali non solo tra i diversi paesi ma anche tra le regioni di uno stesso paese. Più sono lontani i paesi, maggiore è la differenza tra i dialetti. Va inteso in senso ampio che c’è una grande differenza tra i dialetti dei paesi orientali (Penisola Arabica) e dialetti dei paesi occidentali (Marocco, Algeria, Tunisia e Libia Occidentale). I dialetti del Medio Oriente possono essere classificati come segue:

– dialetti dell’Egitto e del Sudan

– dialetti della Penisola Arabica

– dialetti della Siria, Libano e Palestina

– dialetti dell’Iraq

– dialetti del Marocco, Algeria, Tunisia e Libia Occidentale.

Una tendenza dell’arabo standard moderno è la modernizzazione. Essa riguarda l’invenzione di nuovi termini per concetti che non esistevano in precedenza.

Prima di iniziare ad imparare l’arabo, si dovrebbe fare la scelta che va meglio per i propri obbiettivi. Se il vostro obbiettivo è quello di fare ricerca, essere in grado di leggere e capire libri arabi o dei media o utilizzare l’arabo in situazioni formali, allora l’arabo standard moderno è quello che è necessario studiare. se invece avete l’intenzione di utilizzare l’arabo principalmente nella forma parlata al fine di comunicare, allora il dialetto sarà sufficiente. Tuttavia, è importante notare che studiando l’arabo standard moderno come base della vostra conoscenza della lingua araba, sarà più facile imparare la forma colloquiale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *