Moneta Unica per i Paesi del Golfo?

i governi di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti (UAE), Kuwait, Qatar e Bahrein hanno fatto un ulteriore passo avanti per la costituzione della Banca centrale dell’Unione Monetaria del Golfo Persico.

La sede della costituenda Banca Centrale sarà a Riad, capitale Arabia Saudita.
Il progetto del lancio della moneta unica, ipotizzata per il 2010, è stato confermato durante la conferenza di Doha ma nonostante la decisione di rispettare le ferree scadenze autoimposte resta ancora poco chiara la data per il lancio ufficiale. Non sono state infatti rilasciate comunicazioni ufficiali ulteriori indicazioni in merito.

L’intenzione dei Paesi del Cooperation Council for the Arab States of the Gulf (CCASGمجلس التعاون لدول الخليج العربية‎), conosciuto anche come Gulf Cooperation Council (GCC; مجلس التعاون الخليجي) è quella di creare un mercato monetario unificato e di libero scambio, sullo stesso modello dell’Unione Europea (BCE / UE)

Le prove generali del debutto sulla scena internazionale risalgono al lontano dicembre 2001 quando tali paesi riuniti al Summit di Muscat decisero di orientarsi verso un’economia unitaria, pur con qualche interruzione nella continuità e nel ritmo. Nel 2002 è arrivata la prima mossa concreta: i dazi doganali tra paesi sono stati tagliati del 50%.

 Verifica l’andamento dei Dirham rispetto all’Euro

2 thoughts on “Moneta Unica per i Paesi del Golfo?

  • 29 Giugno 2009 at 14:33
    Permalink

    Con un accordo del 1892, Dubai divenne protettorato britannico, tutelandosi così contro le mire dell’Impero Ottomano. Dubai, come quattro degli emirati vicini (Abu Dhabi, Ras al-Khaimah, Sharjah e Umm al-Qaywayn) aveva infatti una posizione strategica sulle rotte per l’India e ciò interessava molto all’Impero Britannico.

    Nel marzo 1892, a seguito degli accordi, gli emirati vennero quindi denominati Stati della Tregua (Trucial States ).

    A differenza dei loro vicini, gli emiri di Dubai incoraggiarono il commercio ed i traffici. La città ed il suo porto richiamarono un gran numero di uomini d’affari, soprattutto indiani, che si stabilirono nell’emirato. Fino agli anni Trenta del XX secolo, la città fu conosciuta per le sue esportazioni di perle.

    Dopo la svalutazione della Rupia nel 1966, Dubai si unì al Qatar, appena indipendente, per dare corso ad una nuova moneta, il riyal. Importante fu la scoperta del petrolio, a 120 chilometri dalla costa.

    Il 2 dicembre 1971, dopo il disimpegno britannico dal Golfo Persico, Dubai costituì gli Emirati Arabi Uniti assieme ad Abu Dhabi e ad altri cinque emirati. Nel 1973, Dubai e gli altri emirati adottarono una moneta comune, il dirham.

    fonte: wikipedia

  • Pingback: Dubai Blog » Blog Archive » Dirham, la moneta di Dubai e degli UAE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *