Expo 2020 Dubai – Expo 2015 Milano: un’intesa perfetta

Expo 2020 Dubai - Expo 2015 Milano: un'intesa perfettaL’Expo come occasione per rafforzare la cooperazione tra Italia ed Emirati Arabi Uniti. Questo il significato del memorandum d’intesa fra Expo Milano 2015 e Expo Dubai 2020 siglato negli Emirati Arabi. Il documento (il primo in assoluto tra due Esposizioni Universali) si traduce in sostanza , in un accordo di collaborazione per sviluppare sinergie tra Expo Milano 2015 e l’Esposizione Universale a Dubai nel 2020, e conferma il grande interesse degli Emirati per il Made in Italy. Le principale aree di collaborazione saranno: la partecipazione di  Dubai a Expo 2015 di Milano, la condivisione di conoscenze e competenze sui sistemi e sui processi che sottendono all’organizzazione di un’esposizione universale e, il supporto nella gestione e nel reclutamento delle risorse umane. In forza di tale accordo ne deriva che cospicua (in termini di investimento) sarà la presenza degli Emirati all’Expo di Milano, che farà loro da vetrina, e che Expo Milano potrà trasferire al successore emiratino tecnologie e know-how acquisite dall’esperienza milanese.

Queste le parole del Commissario Unico di Expo Milano 2015: “il Memorandum è molto importante perché rappresenta un punto di svolta nella storia delle Esposizioni Universali . Ogni Expo è un progetto a sé, ma sappiamo bene che è utile imparare dalle esperienze precedenti, condividendo sapere e competenze per prepararsi al meglio. Grazie alla mutua collaborazione tra Milano e Dubai si creerà una sorta di continuum tra le due edizioni dell’evento. Il fatto che sia anche il primo accordo tra due Esposizioni Universali non può che rafforzare il valore di entrambe, in termini di visibilità, attrattività e ricchezza dell’esperienza per i visitatori”.

Anche in forza di tale intesa, gli Emirati Arabi intendono sviluppare attraverso il padiglione che li rappresenterà alla manifestazione milanese, il tema generale di Expo Milano 2015 dedicato al cibo e all’energia del pianeta. Per questo, non solo il padiglione sarà completamente “green” ma avrà per tema il “Cibo per la mente” (Food for thought), tema legato a sua volta, a quello dell’Expo di Dubai del 2020 “Connettere le menti, creare il futuro”. In questo modo, gli Emirati Arabi confermano il loro impegno a essere parte di quel dialogo interculturale volto a cercare e promuovere soluzioni per il futuro che parlino di sostenibilità e responsabilità ambientale.

 

Expo 2020 Dubai - Expo 2015 Milano: un'intesa perfetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *