Messaggio del Segretario Generale dell’Emirates Centre of Commerce in Italy

DUE PAROLE SULLA CRISI A DUBAI

Inizierei col dire che Dubai NON è fatta per imprenditori indecisi!!! Occorre essere veloci, determinati e “open mind”…gli Emirati non sono fatti per chi preferisce perdere tempo invece che AGIRE!!! Riguardo le voci che girerebbero sull’andamento del mercato e sulla crisi, vorrei spendere due parole per rassicurarvi che qui a Dubai non è in atto alcuna catastrofe economica: lasciatevelo dire dagli italiani che vivono Dubai tutti i giorni !

Gli Emirati offrono da sempre concrete e valide opportunità di sviluppo.

Non dico che qui la crisi non sia arrivata, bensì che qui la crisi è molto meno incidente di quella italiana ed esistono ancora larghe e svariate possibilità di sviluppo e di business. 

Le voci catastrofistiche sono soltanto di chi non ha niente da fare che spargere gratuiti allarmismi che non corrispondono alla realtà dei fatti.

Ribadisco sul fatto che qui a Dubai non è in atto alcun terremoto, nè fuggi fuggi generale: lasciatevelo confidare dagli italiani che hanno scelto di vivere a Dubai per le svariate opportunità che offre !!!

Esistono ancora tanti business disponibili, non vi è saturazione del mercato, i lavori di costruzione proseguono, la disoccupazione non è dilagante e non è vero che tutto si è fermato. Direi che è vero il contrario.

STRAVAGANZE DI DUBAI

La Metro è stata inaugurata il 09.09.09 come previsto dal mitico Governatore di Dubai lo Sceicco Maktoum che qui tutti adorano. La Metro è avveneristica, funziona bene, in automatico senza alcun autista, con milioni di passeggeri e presto verrà aperta l’altra linea.

Notare la suddetta data speciale…gli arabi sono scaramantici per i numeri e sono capaci di spendere fino a 10.000.000 euro per un numero di targa SPECIALE. Per es., Said Abdel Ghaffar Khuri, ricco uomo d’affati degli Emirati, ha pagato ben 14,2 milioni di dollari, circa 10 milioni di euro, per assicurarsi la famigerata targa numero 1 … ma qui le stravaganze non si contano … si moltiplicano !

A DISPETTO DELLA CRISI

 

Nonostante la crisi, i Centri Commeciali sono sempre affollati sia i giorni feriali che festivi. Le strade a 16 corsie talvolta riescono anche a intasarsi per quanti automezzi vi transitano. I lavori delle infrastrutture proseguono e le costruzioni edilizie anche. E’ vero che qualche progetto è stato messo in stand-by, ma è anche vero che si stanno completando tutte le costruzioni già iniziate prima della crisi. Il Governo di Dubai ha pubblicato l’elenco ufficiale di tutti i progetti di sviluppo ancora in corso, a dimostrazione che qui il business prosegue e si sviluppa ancora (in questo website troverete il link).

 

QUALITA’ DI VITA

 

Il clima è meraviglioso, le spiagge sono frequentate tutto l’anno, si possono praticare tutti gli sports e ogni sorta di specialità, esiste ogni genere di divertimento in ogni settore, ogni genere di ristorante e di cucine tipiche, per tutte le tasche, ogni genere di locali, di ritrovi, di intrattenimento…ma soprattutto…la sicurezza, la tranquillità e la qualità della vita sono impareggiabili e non possono paragonarsi allo standard italiano.

 

L’Emiro gestisce una popolazione formata da ben 170 nazionalità diverse, ognuna con le proprie usanze e religioni, eppure qui non vi sono sommosse, scioperi, disordini o tumulti.

 

Ricordatevi che qui negli Emirati i giorni festivi sono il venerdi e sabato (non sabato e domenica come in Italia), mentre nel Sultanato dell’Oman i festivi sono giovedi e venerdi.

 

Cordialmente,

 

Il Segretario Generale di Emirates Center of Commerce in Italy 

 

Agenzia per l’Italia – Ufficio per gli Investimenti e gli Scambi Commerciali e Industriali

 

Fonte: © Copyright 2009 Emirates Centre of Commerce in Italy

 

 

 

 

 

 

One thought on “Messaggio del Segretario Generale dell’Emirates Centre of Commerce in Italy

  • 20 Settembre 2012 at 18:45
    Permalink

    Salve,ho letto il suo articolo e lo trovo magnifico,nonchè sincero a dire il vero.Mi son trovato catapultato verso questo sito da una richiesta di Architetto negli Emirati che mi ha entusiasmato!Capisco che a 55 anni d’età l’aver fatto altri lavori,non mi ha tolto quella voglia repressa di fare ancora l’Architetto!Penso che tale voglia mi passerà solo quando passerò a miglior vita!…Ma ancora mi sento un po distante da tale giorno!Partirei anche adesso per quest’avventura,ma le mie attuali “sostanze” non mi permettono di fare questo salto, pur essendo sicuro che potrei cadere sul morbido!La ringrazio di aver perso questo tempo nel leggermi,inoltre le faccio ancora i miei complimenti per il suo articolo,cogliendo con l’occasione di porgere a lei ed alla sua redazione,i miei distinti saluti.Arch.Andrew Bellia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *